IL TEATRINO DELL'ERBA MATTA PRESENTA I TRE PORCELLINI

Mercoledì 8 dicembre 2010, ore 17: Teatrino dell’Erba Matta con <italic>I tre porcellini</italic>, di e con Daniele Debernardi in compagnia dei suoi pupazzi animati. Con un pomeriggio interamente dedicato a grandi e piccini, è un classico delle storie per l’infanzia il protagonista del terzo appuntamento della rassegna <italic>Il cielo sopra Verona</italic>.

Va in scena mercoledì 8 dicembre (alle 17) al Teatro Stimate una rivisitazione, in chiave comica e del tutto originale, della fiaba de I tre porcellini. Unico attore sul palcoscenico – in compagnia dei suoi simpatici pupazzi animati – è Daniele Debernardi, uno dei volti più noti del teatro per ragazzi in Italia.

La scuola è finita e i tre porcellini si godono le meritate vacanze estive in campagna, lontani dallo studio e dai libri scolastici. I tre inseparabili compagni di giochi sono Lallo, porcellino che adora strimpellare la chitarra e intonare canzoni di protesta. Giggi, cinghiale da discoteca divoratore di patatine fritte con ketchup e maionese. Infine c’è Il Titti, maiale dal cervello sopraffino: organizzato e tecnologico, è un amante del cellulare e dei calcoli al computer.

La lieta vacanza dei tre amici è tuttavia interrotta da una terribile notizia apparsa sulla prima pagina della Gazzetta del porcile: l’affamato lupo della steppa, Stanislao Stanislasky, è fuggito dallo zoo ed è alla ricerca di qualcosa da mettere sotto i denti. Si deve subito correre al riparo e i porcellini iniziano a costruire dei rifugi per potersi difendere da possibili attacchi. Sarà meglio usare la paglia, il legno oppure i mattoni? Attorno a questa domanda il Teatrino dell’Erba Matta di Savona ha creato uno spettacolo che trae ispirazione dai libri pop-up. In una scenografia a dimensione di bimbo, le case, gli alberi e il porcile cambiano continuamente forma sotto gli occhi del pubblico, seguendo una magica disposizione degli ambienti.

L’attore-animatore è il “padrone del porcile”: sarà proprio lui a mutare di volta in volta i luoghi dell’azione, mentre è intento a ripulire e riordinare la scena. Ogni momento della narrazione è sottolineato da suoni e rumori provenienti dalla campagna che, andando a fondersi con canzoni divertenti, danno vita a una rappresentazione che racchiude in sé freschezza, fantasia e voglia di stare insieme. Con un finale tutto da vedere.

La rassegna Il cielo sopra Verona – organizzata da Àissa Màissa, Le Falìe e Film Festival Lessinia – gode del sostegno della Concessionaria Automotor. I biglietti si possono acquistare nei punti prevendita del circuito Greenticket o online su <link=’http://www.greenticket.it’ class=’_blank’>www.greenticket.it</link>. Informazioni su <link=’http://www.lefalie.it’ class=’_blank’>www.lefalie.it</link>, all’indirizzo e-mail <mail=’mailto:lefalie@lefalie.it ‘>lefalie@lefalie.it </mail>o al numero 347 7137233.

Marta Bicego
cell. 340 1495248
<mail=’mailto:stampaaissamaissa@libero.it’>stampaaissamaissa@libero.it</mail>