Fondazione Arena, domani speciale concerto con Orchestra e Coro

Fondazione Arena di Verona, in attesa di accogliere nuovamente il pubblico nell’anfiteatro, omaggia la sua città con una serata di grande musica, preludio al Festival d’estate 2020 – Nel cuore della Musica, che prenderà il via il prossimo 25 luglio in una serata speciale dedicata agli operatori sanitari duramente impegnati nella gestione dell’emergenza Covid-19.

L’Orchestra ed il Coro areniani, in attesa dell’inizio imminente della stagione, saranno protagonisti di una serata dedicata alla città, guidati dalla sapiente bacchetta del Maestro Francesco Ommassini.

Il concerto si terrà sabato 4 luglio alle ore 19.45 in Piazza Bra (nello spazio antistante il Municipio) con ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Verranno eseguite alcune tra le più celebri pagine delle opere di Rossini, Leoncavallo, Puccini, Verdi e Mascagni: una gustosa anteprima dei programmi delle 11 serate che dal 25 luglio al 29 agosto riporteranno la grande musica in Arena in una rinnovata veste tutta da scoprire.

«Un regalo alla città dopo tanti mesi di silenzio, senza spettacoli e musica dal vivo – spiega il Sindaco Federico Sboarina, Presidente della Fondazione Arena -. E, allo stesso tempo, un momento simbolico in attesa della riaccensione dell’anfiteatro e dell’edizione straordinaria del Festival 2020. Verona da sempre è vicina alla sua Fondazione Lirica, una vera e propria eccellenza nel panorama artistico internazionale, così come è parte integrante della città. Un legame indissolubile che questo concerto vuole sancire, per ripartire più forti di prima, lungo quel percorso progettuale che, finalmente, negli ultimi anni ha visto scendere in campo tutto il sistema Verona».

Il Sovrintendente e Direttore Artistico Cecilia Gasdia commenta: «Sono molto felice di annunciare questo concerto che segna il ritorno della grande musica dal vivo a Verona. L’importante è guardare al futuro con impegno, dedizione ed entusiasmo. Sarà un’estate piena di musica nonostante tutte le difficoltà e di questo ringraziamo la Città, i nostri sponsor e i nostri lavoratori».