Festival Gambe all’Aria: teatro, musica, laboratori e incontri a Villa Buri

È iniziata la quarta e ultima settimana del festival Gambe all'Aria, dedicata alla musica, all'incontro e al teatro a Villa Buri. Tra le attività in programma ci sarà il Campus musicale per adolescenti “School of Rock” e gli spettacoli teatrali "Era meglio nascere topi" e "I guardiani del Nanga", in scena rispettivamente stasera e domani sera.

Era meglio nascere topi fucina culturale machiavelli
Lo spettacolo Era meglio nascere topi

Il Festival estivo Gambe all’Aria, fortemente voluto da tre realtà, BamBam Teatro, Fucina Culturale Machiavelli e Mitamacher Teatro, che da tempo lavorano nel campo della cultura, e prevede la realizzazione di eventi e laboratori per tutti, con particolare attenzione ai giovani e ai piccoli. In particolare sono proposti  Campus teatraliCampus Musicali per bambini e adolescenti.  

A tutte le attività formative, che si svolgeranno nella bellissima cornice di Villa Buri, valorizzando l’aspetto sostenibile e la natura che circonderà i partecipanti durante tutto il periodo del festival, si affianca anche una rassegna di teatro, musica con spettacoli teatrali e concerti e anche di incontri con autori. Il festival è stato organizzato grazie al contributo del Comune di Verona Assessorato alle Politiche Giovanili, Assessorato all’Istruzione e Servizi sociali e al sostegno della Fondazione Giorgio Zanotto

Leggi anche: Fucina Culturale Machiavelli: «Vogliamo continuare con la realtà virtuale»

La quarta e ultima settimana del Gambe all’Aria festival  è iniziata ed è dedicata alla musica, all’incontro e al teatro. Tra le attività il Campus musicale per adolescenti “School of Rock” e l’incontro con l’autore veronese Nicola Cinquetti organizzato in collaborazione con la Libreria Farfilò. 

Questa settimana il parco di Villa Buri verrà movimentato da molte attività sia di giorno che di sera. 

Da lunedì a venerdì mattina infatti si svolgerà il campus musicale “School of Rock” tenuto da Stefano Soardo e Nicola Rossin di Fucina Culturale Machiavelli, un campus dedicato a ragazzi adolescenti che hanno voglia di mettersi in gioco suonando uno strumento in una vera  e propria band. I ragazzi partecipanti, infatti, venerdì 23 luglio alla sera si esibiranno in un concerto aperto al pubblico per mettere in scena quello che hanno imparato, sperimentato ed esplorato durante il campus. 

Martedì 20 luglio è stata la volta del secondo appuntamento con Farfilò a Villa Buri: “Fare Filò” all’aperto. Dalle 21.00 con Nicola Cinquetti, autore veronese di Pescantina, vincitore del Premio Andersen 2020 come Miglior Scrittore, si chiacchiererà, ci si confronterà e si potrà riscoprire lo spirito dell’incontro e dello stare seduti nella natura, nel prato insieme, facendo filò. 

Nicola Cinquetti è laureato in filosofia e in pedagogia, insegna storia e filosofia in un liceo. La sua scrittura si muove liberamente su diversi registri: da quelli poetici e riflessivi a quelli ironici e umoristici.Ha pubblicato ad oggi una quarantina di titoli di poesia e narrativa per bambini e ragazzi con diversi editori: Arka, Bompiani, Bruno Mondadori, Fabbri, Fatatrac, Giunti, Lapis, Parapiglia, Piemme, Raffaello, Rizzoli, San Paolo. È anche autore di un saggio critico sul pensiero di Carlo Michelstaedter (Il nulla e la folle speranza, Edizioni Messaggero di Padova).

Nicola Cinquetti
L’autore Nicola Cinquetti

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il teatro

Le serate dedicate al teatro saranno: mercoledì 21 luglio dalle 21.00 con lo spettacolo “Era meglio nascere topi” della compagnia di Torino, Anomalia Teatro.  Lo spettacolo racconta una piccola cittadina di periferia dove viene istituito un campo nomadi. La reazione di protesta della popolazione è immediata con un presidio permanente di fronte al campo. Una riflessione sul nuovo razzismo che non usa più discriminazioni esplicitamente biologiche ma si annida nelle proposte identitarie e nazionaliste con la stessa violenza di quando parlava di razze inferiori.

I guardiani del nanga
I guardiani del Nanga

Giovedì 22 luglio dalle 21.00 invece ci sarà Mitmacher Teatro con lo spettacolo “I guardiani del Nanga” In questo spettacolo verranno raccontate sette storie di sette spedizioni alpinistiche alla conquista della seconda montagna più mortale al mondo, il Nanga Parbat, dal primo tentativo di scalata, nel 1895, dell’inglese Albert Frederick Mummery, ad oggi. Attraverso le loro vite si seguirà una scalata immaginaria che porterà a conoscere le loro imprese; le passioni e i tormenti che muovono un alpinista verso la cima, la tenacia e la resistenza di uomini straordinari. 

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM