Festival di Cinema Africano, domani la premiazione dei lungometraggi

La 41esima edizione del Festival di Cinema Africano si presenta quest'anno con un nuovo format: articolata in tre momenti diversi, è pensata per più pubblici e durerà fino all'estate prossima. Domani la premiazione del "Festival Educational".

Festival di Cinema Africano
La presentazione del 41esimo Festival di Cinema Africano

La 41esima edizione del Festival di Cinema Africano di Verona ha preso il via nel segno del rinnovamento, con un format lungo un anno diviso in tre sezioni, a cui si aggiunge un concorso per la realizzazione di un nuovo logo. Un importante cambiamento, ma sempre con l’obiettivo di riflettere, discutere e portare alla luce le ricchezze, la povertà e i tanti stereotipi legati all’Africa.

Il Festival Educational

Primo evento il Festival Educational, un concorso per le scuole con la proiezione di cinque lungometraggi internazionali. Ai vincitori verranno assegnati il Premio New Generation dagli studenti dell’Istituto Enrico Fermi di Verona, e il Premio “Cinema Al di là del Muro” decretato dalla Giuria dei Detenuti della Casa Circondariale di Montorio. Per la prima volta inoltre viene coinvolta anche la scuola d’infanzia, con una selezione di cortometraggi, SpazioScuoleKids, per sensibilizzare le nuove generazioni sull’inclusione e la multiculturalità. Dopo ogni proiezione ci saranno degli esperti che approfondiranno il dibattito e la riflessione.

Domani la premiazione

La premiazione avverrà nella serata di Gala conclusiva, domani 12 novembre al Cinema Teatro Santa Teresa di Verona, quando, oltre ai film vincitori tra quelli visti nelle scuole, si scoprirà quale logo sarà scelto per il nuovo festival, scelto tra più più di cento proposte pervenute da singole persone, scuole e grafici, con in palio un premio di mille euro.

La giuria

In giuria nove giurati:

  • Takoua Ben Mohamed, fumettista e graphic journalist,
  • la giornalista e scrittrice Camilla Bertoni,
  • Giusy Buemi, co-direttrice artistica del Festival,
  • Francesco Sandroni, gallerista di Marco Rossi Arte Contemporanea,
  • l’artista e designer Giulia Tosi (Insunsit),
  • il missionario comboniano padre Alex Zanotelli, storico rappresentante dei fondatori del FCA,
  • Davide Zanon, co-Fondatore di Meeters,
  • Fabio Zecchino, co-Fondatore di Musement,
  • Giancarlo Zucconelli, illustratore, fotografo e vignettista.

Il progetto Educational poi, dal 14 novembre al 14 dicembre, andrà in tour negli istituti comprensivi di 25 località della Provincia.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SU EVENTI, CULTURA E SPETTACOLI

La sezione “Viaggiatori&Migranti”

Il secondo appuntamento sarà a marzo 2023, durante la “Settimana internazionale d’azione contro il razzismo” promossa dall’UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, con la sezione Viaggiatori&Migranti, rassegna dedicata alla sensibilizzazione e all’informazione sul fenomeno delle migrazioni.

L’Africa Short Festival

A chiudere la 41^ edizione a fine giugno “Africa Short Festival”. Otto giorni di Festival all’aperto con serate che vedranno, in apertura e chiusura la proiezione di un lungometraggio della miglior produzione della cinematografia africana e una selezione di venti cortometraggi di fiction in concorso. Sarà una festa a 360 gradi perché saranno presenti anche stand gastronomici e musica.

Tutte le informazioni sono sul sito del festival.

«Il Festival è un bellissimo progetto e una realtà consolidata nella nostra città – ha affermato l’assessora alla cultura del Comune di Verona Marta Ugolini – che mostra la sua capacità di rinascere, di rinnovarsi e ripensarsi. Una rassegna che non è solo un momento culturale importante, ma anche un’occasione di riflessione sui diritti e sulla politica. Verona porta tutto questo sulla scena nazionale per darci un’immagine e una rappresentazione dei molti mondi dell’Africa che sono al di fuori degli stereotipi più normali. Non si parla solo di cinema, ma anche di cultura, società di diritti e temi della contemporaneità».

«Dopo 40 anni e un confronto con associazioni e istituzioni – spiega Don Giuseppe Mirandola – abbiamo sentito l’esigenza di creare un nuovo format, partendo sempre dall’intuizione originale, cioè presentare i diversi mondi dell’Africa, un continente che ha sempre a che fare con gli stereotipi; c’erano quarant’anni fa, e se ne sono aggiunti altri oggi, legati alla realtà dell’immigrazione con visioni e problematiche a volte discriminatorie. All’inizio il Festival voleva presentare le Afriche con le sue tante culture, la ricchezza e la povertà. Una dimensione cresciuta nel tempo, oggi con una distribuzione del festival lungo tutto l’anno, conservando però sempre l’obiettivo iniziale delle culture delle Afriche per combattere i pregiudizi e le dimensioni superficiali, che non aiutano certamente anche le nostre relazioni quotidiane».

Leggi il Verona Eventi

Scopri tutti gli eventi e spettacoli della settimana a Verona e provincia!
Esce il giovedì

CLICCA QUI PER RICEVERLO GRATUITAMENTE!

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv