Estravagario Teatro al Camploy con “Allontanarsi dalla linea gialla”

Sabato 15 febbraio alle 21 e domenica 16 alle 16.30, al Teatro Camploy , lo spettacolo dell’Estravagario Teatro “Allontanarsi dalla linea gialla”, già in scena questa estate all'Arsenale nella rassegna "Il teatro nei cortili"

Torna a Verona, sabato 15 febbraio alle 21 e domenica 16 alle 16.30, al Teatro Camploy di via Cantarane a Verona, l’ultimo spettacolo dell’Estravagario TeatroAllontanarsi dalla linea gialla”, scritto da Francesca Mignemi per la regia di Alberto Bronzato, già in scena questa estate con il “Teatro nei Cortilli” in Arsenale, con grande successo di pubblico.

La trama è un susseguirsi di storie che si incontrano e si intrecciano nella piccola stazione ferroviaria di Puntofermo. Storie che fanno riflettere, che parlano di emarginazione, di solitudine, ma anche d’amore e amicizia, tra momenti di tensione e scene decisamente divertenti. 

Puntofermo è una piccola stazione ferroviaria a cui non manca nulla: è famosa per la puntualità dei treni e l’efficienza di Gianni, il capostazione. Nonostante questo è davvero poco frequentata e Gianni lamenta una certa solitudine. In una sera di nebbia alcune persone aspettano il treno. Il capostazione, felice per l’inaspettata compagnia, fa di tutto per rendere l’attesa piacevole. Attesa che si rivelerà più lunga del previsto, costringendo i viaggiatori a confrontarsi con le loro diversità, le loro storie, le loro paure e la loro tolleranza.

Lo spettacolo è anche una carrellata di bizzarri personaggi che si ritrovano in stazione per colpa di un treno in ritardo e un mistero da risolvere. Tra riti esoterici, discussioni e battute, il sorprendente finale farà riflettere ed emozionare gli spettatori. Sul palco 15 attori dell’Estravagario Teatro, compreso il regista Bronzato che è uno dei protagonisti, nelle vesti di un istrionico capostazione tuttofare. 

Per maggiori informazioni il link al sito.