Domani Parona si anima con la “Festa de la Renga”

Come ogni anno il quartiere si anima con il tradizionale appuntamento e la sfilata che chiudono il periodo di Carnevale e aprono quello della Quaresima. Più di sessanta volontari saranno addetti alla preparazione dei piatti di polenta e renga. Modifiche alla viabilità.

Festa de la renga 2024 Parona

Una grande festa all’insegna della solidarietà, socialità, inclusione e divertimento. Mercoledì 14 febbraio, a partire dalle 10 il quartiere di Parona si anima con la “Festa de la Renga”, il tradizionale appuntamento legato ai festeggiamenti del Carnevale promosso dal Comitato Benefico Festa de la Renga in collaborazione con il Comune e la Circoscrizione 2^.

L’evento, che si celebra da 56 anni sempre il Mercoledì delle Ceneri, chiude il periodo di Carnevale e apre quello della Quaresima. Il piatto simbolo della manifestazione è la polenta brustolà con la renga, a ricordo di quando l’Adige era navigabile e i barcaioli facevano sosta al porto di Parona nei giorni di festa, perché la dogana era chiusa. Andavano a mangiare nelle locande gestite dalle “parone”, dove chiedevano di cucinare le aringhe che trasportavano nelle imbarcazioni e, chi non poteva pagare, lasciava alla locanda una cassetta di quel pesce diventato poi il piatto tipico del luogo.

LEGGI ANCHE: Idee per l’ex Seminario di San Massimo: svelate le tre proposte vincitrici

Il programma

L’apertura dei chioschi con degustazione di polenta e renga sarà a partire dalle 10. Alle 14.30 il ricevimento delle maschere in via Liberale da Verona e, dalle 15, il corteo mascherato con la partecipazione delle maschere veronesi tra cui la “Parona”. Alle 16.30 infine festa in piazza del Porto e in Largo Stazione Vecchia con giostre e musica.

L’evento è presentato ieri mattina dall’assessore alle Relazioni con il territorio Italo Sandrini. Presenti anche la presidente della Circoscrizione 2^ Elisa Dalle Pezze, il presidente del Comitato Benefico Festa de la Renga Roberto Bussola e Gianna Valerio nelle vesti della “Parona”, la maschera del quartiere.

«Siamo lieti di poter accompagnare anche quest’anno una manifestazione che ha più di cinquant’anni di storia – commenta l’assessore italo Sandrini -. Un appuntamento molto sentito dai cittadini, dalle cittadine e dalle tante associazioni che ogni anno si impegnano per poter dar vita a questa tradizione. Come sempre, al di là della festa, c’è un impegno che viene profuso durante tutto l’anno, e come Amministrazione siamo orgogliosi di avere dei cittadini e delle cittadine che in prima persona spendono il proprio tempo e le loro energie per poter replicare ogni anno un evento che ricade a beneficio di tutta la città. Per quel che possiamo, saremo sempre al loro fianco per tutta la parte organizzativa e burocratica».

LEGGI LE ULTIME NEWS

«La Festa de la Renga incarna lo spirito popolare del carnevale – ha detto la presidente Elisa Dalle Pezze –. È attesa da Parona ma anche da tutta la città e la provincia, perché per una giornata porta gioia, divertimento e musica ai bambini, alle bambine e ai grandi. È un grande momento di solidarietà, socialità e inclusione. Ringrazio il Comitato de la Renga perché questa iniziativa è quella più visibile tra le loro attività, ma opera a Parona tutto l’anno, collabora con la Circoscrizione, e sostiene tante altre realtà associative meno strutturate ma con tanti volontari e persone che si mettono in gioco». 

«Sarà un momento di grande valore simbolico – ha affermato il presidente Roberto Bussola -. Ringrazio tutti gli sponsor che ci sostengono e aiutano a mandare avanti una macchina organizzativa davvero complessa, ma soprattutto i più di 60 volontari che preparano questo piatto. La Festa de la Renga deve essere un momento di inclusione per le famiglie e anche per le persone che sono appena venute a stare a Verona, un modo per incontrarsi, crescere e progredire. Abbiamo bisogno di volontari, e invito chi vuole darci una mano ad unirsi a noi a scriverci una email a festadelarenga@gmail.com».

«Il 14 febbraio è anche la festa di San Valentino – ha ricordato Gianna Valerio – e non c’è modo migliore di venire a festeggialo alla festa».

LEGGI ANCHE: Omicidio di Villafranca, il presunto responsabile si costituisce

Sicurezza e divieti

Per evitare danni e pericoli, soprattutto per i più piccoli, è vietato utilizzare, lanciare e disperdere prodotti schiumogeni di ogni tipo e sorta (bombolette, schiuma da barba, ecc.). È inoltre vietato l’impiego di tutti i prodotti e le sostanze (es: uova, farina, …) che possano imbrattare, molestare, arrecare danno alle persone, insudiciare e deturpare il suolo ed i beni esposti al pubblico con eccezione dei soli coriandoli e stelle filanti, anche spray. Il regolamento antischiuma è sul sito del Comune di Verona.

Per consentire lo svolgimento della manifestazione saranno adottati i seguenti provvedimenti viabilistici:

  • Dalle 7 alle 23 del 14 febbraio 2024, viene istituito il divieto di transito dei veicoli con esclusione dei diretti ai passi carrabili, con l’ausilio di movieri dell’organizzazione, e dei mezzi di soccorso e di pronto intervento in via Valpolicella, tratto compreso tra piazza Del Porto e viale Del Brennero, viale Del Brennero, nel tratto compreso tra p.zza Della Vittoria e I.go Stazione Vecchia, piazza del Porto, via Fratelli Alessandri, via Caovilla, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Pesenti e l’intersezione con via Fratelli Alessandri.
  • Dalle 00 alle 23 del giorno 14 febbraio 2024, viene istituito il divieto di sosta dei veicoli, con facoltà di rimozione, in piazza Della Vittoria, via Fratelli Alessandri su entrambi i lati, via Caovilla, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Pesenti e l’intersezione con via Fratelli Alessandri, entrambi i lati.
  • Dalle 14 del giorno 14 febbraio 2024, e per il tempo strettamente necessario al passaggio della sfilata, è vietato il transito dei veicoli nelle seguenti strade e piazze: via Valpolicella dall’intersezione con via L. da Verona, strada per Arbizzano, largo Stazione Vecchia, via Valpolicella, piazza Del Porto.
  • Dalle 14 fino alla fine della sfilata, del giorno 14 febbraio 2024, viene istituito il divieto di transito, in via dei Reti, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Valpolicella e l’intersezione con via Arusnati, eccetto per i veicoli provenienti da via Valpolicella con direzione con viale Del Brennero.

LEGGI E GUARDA ANCHE: Dentro al nuovo sottopasso di via Città di Nimes a Verona