Colpi di scena e oltre 400 spettatori al Ristori per il 4^ Believe Film Festival

Sono “Frame”, “Crescere bambino” e “Boxed” i vincitori della 4^ edizione del Believe Film Festival, il concorso veronese di cortometraggi per registi emergenti, dai 14 ai 24 anni, realizzato dai giovani per i giovani. A dare il via alla serata di gala, ricca di colpi di scena, è stato il red carpet davanti al teatro Ristori, location d’eccezione per il festival organizzato da Believe APS. Due i vincitori del premio “Miglior Attore”: Randip Singh e Linda Colombo.

Il Believe Film Festival torna in grande, per la sua 4^ edizione, e lo fa in uno dei teatri più prestigiosi di Verona, il Teatro Ristori. Ieri, domenica 31 ottobre, dalle 17.00, gli aspiranti registi e attori partecipanti al festival si sono dati appuntamento sul red carpet srotolato, per l’occasione, davanti al teatro per dare il via alla serata di gala che ha premiato i due migliori cortometraggi in gara.

Il festival, il primo in Italia creato dai giovani per i giovani, ha richiamato registi e attori emergenti da tutta Italia e oltre 400 spettatori, tra chi era in presenza all’interno del teatro, e chi sulla nuova piattaforma streaming BelievePlay.tv, dove è stata trasmessa in diretta l’intera serata, che si è aperta con i saluti dell’assessore alle Politiche Giovanili, Francesca Briani, da sempre sostenitrice del festival.

Dodici i cortometraggi proiettati nel corso dell’evento: i sei finalisti della Sezione Esordienti (registi dai 14 ai 19 anni) e i sei finalisti della Selezione Ufficiale (registi fino ai 24 anni). Ognuno di essi si è ispirato a uno dei cinque temi decisi dall’associazione Believe: Storie di sport, musica, arti che aiutano a crescere; Giovani, ricerca di sé e modelli di riferimento; L’uomo e il progresso: approcciarsi al futuro; Lontani ma vicini; Poco tempo o troppe cose? Viaggio nel tempo di chi non ha tempo.

A decretare i vincitori delle due sezioni è stata la giuria della serata, composta da personaggi di spicco del mondo cinematografico italiano: il regista veronese di videoclip Gaetano Morbioli, il direttore accademico della Florence Movie Academy, Simone Cantini, il direttore artistico di “Cortinametraggio” e responsabile del “Festival Alice nella città di Roma”, Niccolò Gentili, la responsabile dei progetti speciali di “Asolo Art Film Festival”, Silvia Scuccimarra, e Paola Casella, giornalista di MYmovies.it e membro del Comitato selezione dei corti della Settimana della Critica al Festival di Venezia.

I vincitori

Durante la premiazione non sono mancati i colpi di scena: nonostante la giuria avesse già deciso i vincitori, ha voluto ritrovarsi al termine della visione dei corti e stravolgere quanto stabilito in precedenza. A vincere la Sezione Esordienti, infatti, non è stato solo un regista, ma due: Boxed, della regista quattordicenne di Pergine Valsugana, Lisa Marchesin, e Crescere bambino, del regista torinese Gabriele Sebastiano Esposito. Vince, invece, la Selezione Ufficiale Frame del regista napoletano Davide Orfeo. Anche per quanto riguarda il premio come “Miglior attore” c’è stato un colpo di scena. Il premio è stato consegnato, infatti, a due attori: al cremonese Randip Singh (Perso tra gli applausi) e Linda Colombo (Giorni andati) . ­­­­Il cortometraggio premiato dal pubblico tramite l’app BePlay è stato, nuovamente, Crescere bambino. A chiudere le premiazioni è stata la menzione speciale a Il ragazzo con la lanterna (Matteo Cucci di Rimini). Infine, coup de théâtre per il film Rasa, del goriziano Alexander Faganel, che si è guadagnato l’accesso diretto all’Asolo Art Film Festival, il concorso cinematografico più antico del mondo, grazie alla partnership nata tra quest’ultimo e il Believe Film Festival.

Ai vincitori delle due categorie è stata, infine, consegnata anche l’iconica statuetta in bronzo, realizzata dalla Fonderia Artistica Bmn Arte di Verona e scolpita dall’artista Alessandro Mutto, che rappresenta l’“Oscar” del Believe Film Festival.

Le novità del 2022

Nel corso della serata tante sono state tante le novità annunciate per la prossima edizione del festival, a partire dalla nuova direzione artistica che sarà composta da: Davide Mogna, Francesco Arcese, Antonio Di Giacomo e Livia Ferraguzzi. Una squadra composta da giovani ex concorrenti del concorso, provenienti da tutta Italia, che prenderanno le redini del festival raccogliendo il testimone di Francesco Da Re, che comunque rimarrà alla guida dell’Associazione Believe.

Dal 2022, inoltre, grazie al direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia Alberto Barbera, sarà istituito, durante il festival veneziano, il premio collaterale “Believe” che sarà assegnato da una giuria composta dai ragazzi dello staff dell’associazione e da alcuni dei giovani registi partecipanti. Una conferma di quanto il concorso veronese stia crescendo e stia trovando la sua dimensione anche al di fuori di Verona, all’interno di kermesse di respiro internazionale.

Il Believe Film Festival è realizzato in partnership con NEWGEN Entertainment, Florence Movie Academy e con il Teatro Ristori e gode del patrocinio del Comune di Verona, di Giffoni Film Festival, della Regione del Veneto e di Fondazione Ente dello Spettacolo. Il Festival è organizzato con il sostegno di Movieland, Sgaravato Comunicazione, Amia, ATV srl, Digital Network, Marazzi Noleggio, UCI Cinema, La Piazzetta Store.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM