Bovolone, domenica il concerto del gruppo musicale I Corvi

Domenica 13 settembre si conclude in piazza Pozza a Bovolone “Le belle note musicali”, una manifestazione che è iniziata nelle domeniche di luglio, e si chiude con il concerto dei Corvi ed i loro più grandi successi. Dalla famosissima "Un ragazzo di strada", a "Bang bang", "Datemi una lacrima per piangere" e tante altre che occuparono i primi posti della Hit parade negli anni '60.

Per l’occasione presentano il nuovo singolo “L’ultimo dei Corvi”. Aprono la serata alle 20.30 Ricki e le Perle, per lasciare poi lo spazio a circa un’ora e mezza di performance dei Corvi. Questa è anche l’occasione per Claudio Benassi, l’ultimo “ragazzo di strada” sopravvissuto, batterista storico e fondatore del complesso, di presentare il libro “Ragazzi di strada… I Corvi”, che racconta i cinquantacinque anni di storia della band. È un libro che descrive con spontaneità e scorrevolezza gli inizi di quei quattro giovani parmigiani, Angelo Ravasini, Claudio Benassi Fabrizio Levati Gimmi Ferrari, che con molta determinazione erano arrivati al successo. Il libro descrive gli inizi non facili del gruppo e la svolta che ebbero nel 1966 partecipando, assieme ad altri trecento e più complessi provenienti da tutta Italia, al Torneo nazionale Rapallo Davoli, dove si classificarono al secondo posto.

«Arrivammo a questo concorso squattrinati, ma pieni di entusiasmo e speranze», racconta ancora oggi Claudio Benassi. «Partecipare a questo torneo è stata la nostra fortuna, non solo per il piazzamento, ma per quello che successe subito dopo in albergo… fu l’inizio di una bella fiaba». Nel libro Benassi racconta molti aneddoti, ad esempio su come nacque la canzone “Un ragazzo di strada”, di quando passeggiando per Roma acquistarono Alfredo, il corvo che era sempre appollaiato sul basso di Gimmi, da dove nacque l’idea del loro abbigliamento, il loro nome, i loro concerti, le ospitate in tv, il perché saltò la loro presenza al Festival di Sanremo dove dovevano presentare “Bambolina” e tanti altri ricordi che Claudio Benassi racconta con semplicità estrema. Oltre a tanta gioia, il libro racconta anche i drammatici momenti di lutto che ha avuto questo gruppo nella perdita di Gimmi, Fabrizio e Angelo. In sintesi, è descritta la storia di questo gruppo dagli inizi fino ai tempi nostri, dal momento che i Corvi sono tuttora in attività. Claudio Benassi durante la serata sarà a disposizione per autografare e scrivere una dedica personalizzata a chi acquisterà il libro.