“Africa Short” da stasera a Santa Teresa

Al via oggi, fino al primo luglio, il concorso con venti cortometraggi provenienti da 12 Paesi. Il progetto nasce come sezione estiva di Cinelà 42° Festival di Cinema Africano e Oltre.

New call-to-action

Uno sguardo multiprospettico che rivela diversi punti di vista, dell’Africa sul mondo e viceversa, dei giovani sul futuro ma anche di generazioni di ieri sul passato. È questa l’immagine scelta per il logo di Africa Short, sezione estiva di Cinelà 42° Festival di Cinema Africano e Oltre che si svolgerà a partire da oggi, sabato 24 giugno, fino a sabato 1 luglio al cinema all’aperto Santa Teresa in via Molinara, 23 in Borgo Roma.

«Il Cinema Africano è una storica realtà inserita nella cultura e nella vita della nostra città – ha detto l’assessora alla Cultura Marta Ugolini -. Ci dimostra come il linguaggio cinematografico sia un veicolo di conoscenza, di integrazione e di riduzione delle barriere. Aver raggiunto il 42° anno dimostra una vitalità e una capacità di rinnovarsi e cambiare format, per questo mi complimento e confermo il sostegno dell’Amministrazione comunale a questa rassegna».

Durante gli otto giorni verranno proiettati venti cortometraggi in concorso provenienti dalla Repubblica democratica del Congo, dalla Tunisia, dall’Egitto, dal Ghana, dall’Algeria, dal Rwanda, dal Togo, dal Sudafrica, dal Mali, dal Senegal, dal Marocco e dall’Etiopia. Saranno presenti ospiti, critici, registi e registe e tre giurie: la Giuria internazionale, la Giuria degli Studenti e Studentesse dell’Università di Verona e la Giuria 37135, prefisso del quartiere veronese di Borgo Roma, dove si tiene la versione estiva della storica manifestazione.Una programmazione che vuole coinvolgere il pubblico giovane attraverso le storie di un’Africa contemporanea, quotidiana fatta dalle vite di donne, uomini, giovani e anziani che interpretano le sfide del continente attraverso le varie sfaccettature, sociali, politiche, culturali e religiose.

«I cortometraggi sono stati scelti tra le migliori produzioni degli ultimi tre anni – spiega Stefano Gaiga – e realizzati in gran parte da giovani registi. Rispecchiano una mescolanza di generi, stili e regia, e daranno una panoramica interessante dell’Africa. Partecipare dunque è un’occasione per capire e apprendere più a fondo questo continente, un invito che rivolgiamo ai giovani perché sono il futuro della nostra società».

Tante sono le novità, come il food truck KE-BON, che farà gustare i suoi piatti prima delle proiezioni, un accompagnamento musicale che allieterà l’attesa, il corner Libreria PAGINA 12, con libri di narrativa africana e contemporanea, e musica dal vivo nella serata di apertura e chiusura quando verranno proiettati due lungometraggi.

«Sono tante le novità di questa edizione – ha detto Giusy Buemi – a partire dal cinema sotto le stelle all’aperto. Ci saranno tante iniziative a contorno, con tanti ospiti, musica e anche la possibilità di mangiare buon cibo».

Una serata speciale sarà mercoledì 28 giugno, condotta dal critico cinematografico Giuseppe Gariazzo e dedicata allo scrittore e regista senegalese Ousmane Sembène con la proiezione del film del 1966 “La noire de…” restaurato dalla Cineteca di Bologna in occasione del centenario della sua nascita.

Altra novità è l’adesione del Festival a Verona Green Movie Land, un progetto di cinema, cultura e turismo, per un territorio sostenibile che guarda al futuro del proprio ambiente. Sostenuto dalla Camera di Commercio di Verona, raccoglie i più grandi Festival cinematografici veronesi che portano la cultura della pellicola cinematografica e dell’inclusione sociale combinate alla sensibilità ambientale.Africa Short è stato presentato questa mattina in Sala Arazzi. Sono intervenuti l’assessora alla Cultura Marta Ugolini, Mario Mancini in rappresentanza dei Promotori del Festival e presidente di Progettomondo, per la Direzione artistica del Festival Giusy Buemi e Stefano Gaiga.

«Da anni le entità che collaborano e gli sponsor ci accompagnano in questa sfida – ha affermato Mario Mancini – per offrire un prodotto culturale di alto livello, per conoscere e affrontare la realtà e le sfide del mondo».

Programma

Tutte le sere l’apertura sarà alle 19.30.

Sabato 24 giugno, ore 21 “Twist à Bamako” (129’) di Robert Guédiguian / Francia /Canada / Senegal / 2021.

Domenica 25 giugno ore 21.30 Corti in concorso – “Aboula Ngando” (20’) di Marcus Onalundula / Repubblica Democratica del Congo /Francia / 2021 – “What we don’t know about Mariam” (25’) di Morad Mostafa / Egitto / 2021 – “Tsutsué” (15’) di Amartei Armar / Ghana / Francia / 2022 – “Angle Mort” (14’) di Lotfi Achour / Tunisia / Francia / 2021.

Lunedì 26 giugno ore 21.30 Corti in concorso – “Kelasi” (10’) di Fransix Tenda Lomba / Rep. Democratica del Congo / 2021 – “Toute la nuit” (17’) di Fayçal Hammoum / Algeria / 2021 – “Young man rumble” (19’) di Karima Elba / Belgio / 2022 – “Lions” (26’) di Beru Tessema / Etiopia / Francia / Gran Bretagna / 2022.

Martedì 27 giugno ore 21.30 Corti in comcorso “Timoun aw” (28’) di Nelson Foix / Francia / Guadalupa / 2020 – “Twin lakes haven” (23’) di Philbert Aimé Mbabazi Sharangabo / Rwanda / 2022 – “Merlich Merlich” (20’) di Hannil Ghilas / Tunisia / Francia / 2021.

Mercoledì 28 giugno ore 21.30 – serata speciale dedicata a Ousmane Sembène “La noire de…” (60’) di Ousmane Sembène / Senegal / Francia / 1966.

Giovedì 29 giugno ore 21.30 Corti in concorso “Astel” (24’) di Ramata-Toulaye Sy /Senegal / Francia / 2021 – “Jmar” (20’) di Samy Sidali / Marocco / Francia / 2021 – “On the surface” (4’) di Fan Sissoko Mali / Islanda / USA / 2021 – “Bergie” (7’) di Dian Weys / Sudafrica / 2022 “Zaffa” (Big day) (15’) di Ahmed Samir / Egitto / 2022.

Venerdì 30 giugno ore 21.30 Corti in concorso – “I am afraid to forget your face” (15’) di Alaa Sameh / Egitto / Francia / Qatar / Belgio / 2020 – “Mofiala” (26’) di Boris Kpadenou / Togo / 2020 – “The town” (15’) di Lindiwe Makgalemele / Sudafrica / 2021 “Pistache chocolat” (15’) di Zaïda Ghorab / Belgio / Francia / 2022.

Sabato 1 luglio ore 21 – CINELÀ Cerimonia di premiazione – Proiezione Miglior Cortometraggio Africa Short 2023 e, a seguire, “Under the fig trees” (90’)di Erige Sehiri / Tunisia / Francia / Svizzera / Katar / 2022.In caso di pioggia le proiezioni si tengono al chiuso nella Sala Basilica di Santa Teresa (ingresso dal Piazzale della Chiesa).

Informazioni e programma completo su https://www.cinemafricano.it/ o sul sito del Comune alla pagina https://admin.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=86347

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM