Visite virtuali gratuite al Museo dell’Informatica dell’Università di Verona

Esposizione aperta per le scuole su prenotazione. Già iniziate le visite guidate virtuali. Le foto.

Museo dell'Informatica - Università di Verona
General Processor 'model T' (1979)

Il protrarsi dell’emergenza sanitaria in questi mesi ha messo in risalto l’aspetto pervasivo e la centralità dell’informatica nella quotidianità di ciascuno. Tuttavia, sempre più spesso, lo sviluppo e il progresso nel campo di ricerca procedono a velocità superiori rispetto alle nostre capacità di adattamento.

Il dipartimento d’Informatica dell’Università di Verona ha attivato a tal proposito la possibilità per le scuole di fruire, in modalità virtuale e gratuita, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19, di un percorso guidato all’interno del Museo dell’Informatica.

Previa prenotazione al curatore, Marco Cristanini, l’iniziativa contempla anche la possibilità di attivare laboratori didattici ad hoc per tutte le età, per diffondere la cultura scientifica tra i giovani. All’innovativa proposta in formato virtuale, della durata di circa 50 minuti, stanno già aderendo con entusiasmo numerose classi, la prima visita, rigorosamente virtuale, si è tenuta nel pomeriggio del 21 aprile, con una comitiva di 8 studenti della classe terza Liceo Scienze applicate dell’Istituto Lavinia Mondin di Verona.