Porta Vescovo, i ragazzi di Veronetta “adottano” il sottopasso

I ragazzi di Veronettamica e gli Angeli del Bello hanno ripulito questa mattina il sottopasso, assicurando al sindaco di tenerlo monitorato anche in futuro.

Con lo slogan “Innamorati di Verona” hanno adottato il sottopasso di Porta Vescovo. E dopo averlo ripulito, insieme agli Angeli del Bello, hanno assicurato al sindaco che passeranno tutti i giorni per tenerlo monitorato.

Sono i ragazzi di Veronettamica, l’associazione che in collaborazione con i servizi sociali del Comune gestisce il centro diurno dell’omonimo quartiere. Gli adolescenti sono supportati dai loro educatori, ma anche dai giovani dell’alternanza scuola-lavoro, dell’università e del servizio civile nazionale.

Questa mattina, all’opera, armati di pennelli e colore, una ventina tra ragazzi e adulti. Impegnati nel ridipingere i muri del sottopasso, dopo aver tolto tutte le scritte che lo imbrattavano, aver ripulito le lampade e i cartelli stradali attorno alla Porta. Un bell’incarico che, con tanto impegno ed entusiasmo, hanno accettato per rendere più bello e vivibile il loro quartiere. E offrire un servizio a tutti coloro che passano da lì.

Al lavoro da lunedì, i ragazzi termineranno nell’arco di qualche giornata il loro servizio. Ma poi continueranno a controllare che nessun altro imbratti o sporchi il loro “gioiello”, che con tanta cura hanno rimesso a puntino. A congratularsi, stamattina, il sindaco Federico Sboarina.

«Ci sono tanti bravi giovani – ha detto il primo cittadino -, che si danno da fare e che, anche durante le vacanze estive, si mettono a disposizione per il bene della loro città. Un orgoglio e un aiuto prezioso. Grazie a loro, infatti, questo sottopasso, frequentato da numerose persone, non solo è stato riqualificato, ma sarà controllato, come sentinelle contro l’incuria. Un ringraziamento va agli Angeli del Bello, impegnati per salvaguardare il bene pubblico e sensibilizzare le persone».

Sul posto, insieme ai ragazzi, anche il presidente dell’associazione Veronettamica Giorgio Dal Cero e il coordinatore degli Angeli del Bello Aldo Allegretti.