Nuova veste per la Soprintendenza archeologia

La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio lancia il nuovo sito web istituzionale. 

Un’importante finestra è quella dedicata agli archivi della Soprintendenza. Sono stati messi in rete e resi accessibili, al momento, circa 70 disegni del fondo storico di Verona che riguardano il Ponte di Castelvecchio e il Ponte Pietra ed una selezione di immagini del fondo storico fotografico costituito da una rilevante collezione di positivi e negativi, questi ultimi anche su lastra di vetro, che documentano l’attività di tutela svolta dalla Soprintendenza dalla sua istituzione agli anni settanta del Novecento.

La trasparenza, così come l’innovazione e la partecipazione sono stati i principi chiave su cui il Ministro Bonisoli ha fondato l’obiettivo di rinnovamento dei rapporti tra l’Amministrazione dei beni culturali ed i cittadini, coinvolgendo questi ultimi nel processo di misurazione della performance organizzativa e richiedendo agli uffici periferici di adottare sistemi di rilevazione del grado di soddisfazione, al fine di comprendere meglio i bisogni dei cittadini stessi e migliorare la qualità ed il livello dei servizi offerti.

E questa attitudine si riflette nel nuovo portale che offre in pochi passaggi una visione complessiva della Soprintendenza, dell’organizzazione interna, nelle sue componenti tecnico-scientifiche e amministrative e una panoramica chiara sulle attività e sui servizi offerti dalla Soprintendenza.

Il sito inoltre offre la possibilità di visionare tutti i provvedimenti di dichiarazione dell’interesse culturale emessi dalla Soprintendenza sulle varie tipologie di beni: digitando una chiave di ricerca, come può essere un Comune o il nome di un bene e/o i dati catastali, sono consultabili i vincoli architettonici, quelli archeologici, i vincoli paesaggistici e quelli storico-artistici.

Con lo scopo di facilitare gli utenti nella ricerca dei documenti necessari per la presentazione delle istanze, nella pagina Modulistica sono stati inseriti i facsimili, suddivisi per ambito tematico, delle richieste da inoltrare alla Soprintendenza per accedere ai servizi erogati.