Masterclass “Alte vie barocche”, Fondazione Cariverona assegna la borsa di studio a un giovane veronese

Premiato Filippo Croce, che parteciperà all’Accademia internazionale di organo, clavicembalo e musica antica dall’8 al 14 luglio in Val di Zoldo.

Si è tenuta mercoledì 19 giugno, alla sede di Fondazione Cariverona, la cerimonia di premiazione dello studente Filippo Croce, distintosi per preparazione ed esecuzione all’interno della rassegna “Vespri d’organo in Cattedrale” realizzata negli scorsi mesi, in collaborazione con la Parrocchia Santa Maria Assunta – Cattedrale di Verona, dal conservatorio “E.F. Dall’Abaco” e dalla Fondazione.

Il presidente Alessandro Mazzucco, nel sottolineare la crescente attenzione dedicata con numerose iniziative dalla Fondazione Cariverona alla formazione delle nuove generazioni, ha consegnato a Filippo Croce, giovane studente del Conservatorio, una borsa di studio per partecipare al corso “Alte vie barocche in Val di Zoldo”, una masterclass tenuta dal maestro d’arte Andrea Marcon, direttore delle iniziative musicali di Fondazione, prevista per il mese di luglio e promossa da Fondazione Cariverona in collaborazione con Fondazione Antiqua Vox e Circolo Culturale Bellunese.

Il progetto è una nuova proposta formativa che si affianca alla rassegna musicale “Arte e Musica tra Pelmo e Civetta“, festival che ha esordito nel 2018 sotto la direzione artistica dei maestri Andrea Marcon e Paolo Da Col per valorizzare i luoghi e gli spazi di ascolto del patrimonio artistico e architettonico zoldano che per la loro storia bene si armonizzano con il repertorio barocco proposto.

Presenti alla premiazione oltre al presidente Alessandro Mazzucco e il direttore generale Giacomo Marino, monsignore Luigi Cottarelli, parroco di Santa Maria Assunta, Federico Zandonà, direttore del conservatorio “E.F. Dall’Abaco” e il responsabile delle attività culturali dirette della Fondazione Maurizio Ambrosi.

Filippo Croce, veronese, classe 1995, sta attualmente studiando organo e composizione organistica al conservatorio “E.F. Dall’Abaco” di Verona, sotto la guida del maestro d’arte Umberto Forni. Accompagna da tempo la schola cantorum “Don Roberto Lonardoni” di Vago di Lavagno, dove è organista. Negli anni ha partecipato ad importanti concerti nel veronese, in particolare come continuista nel “Gloria” di Vivaldi e come pianista accompagnatore nella “Messa Requiem” di Mozart. Oltre agli studi musicali, frequenta il corso magistrale in Relazioni internazionali presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e il prossimo anno accademico parteciperà al programma Erasmus nella città di Linz, in Austria.