Inizierà il prossimo 11 settembre e si chiuderà il 6 ottobre la Fiera del Riso di Isola della Scala, edizione numero 53. A presentarla questa mattina in Comune a Isola il Sindaco della provincia veronese Stefano Canazza e il vicesindaco Michele Gruppo. Con loro anche il Presidente del Consorzio di Tutela IGP del riso Nano Vialone Veronese, Renato Leoni.

Una fiera che si presenta nel suo assetto consolidato, offrendo oltre alla cucina oltre cento eventi collaterali. 500mila i visitatori nel 2018, record che si vuole eguagliare, se non superare, in questa edizione.

Sul fronte gastronomico protagonista indiscusso il riso Vialone Nano Igp che sarà proposto in tantissime ricette diverse. Quest’anno l’evento ricorderà uno dei suoi padri fondatori: Giorgio Gioco. Allo chef scomparso a febbraio sarà dedicato, in accordo con la famiglia e da questa edizione in avanti, il più antico dei concorsi della Fiera che lui stesso aveva ideato 52 anni fa: la “Spiga d’Oro – Giorgio Gioco”, una sfida tra i ristoratori di Isola della Scala sulla tradizionale ricetta all’Isolana.

Tra le novità della 53esima Fiera del Riso di Isola della Scala, la presentazione al grande pubblico del progetto dell’Ente Nazionale Risi “Con i piedi nell’acqua”, in cui, grazie a particolari visori, sarà possibile entrare virtualmente nell’ambiente della risaia e in una cascina per seguire l’attività di un risicoltore a 360 gradi.

Novità assoluta sarà poi la presenza speciale del Pastificio Rana, partner ufficiale della manifestazione, che renderà omaggio a una delle eccellenze veronesi con piatti unici pensati e creati esclusivamente per la Fiera. Sono nati infatti quattro diversi tipi di
ravioli con cuore di risotti della tradizione. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.