Il Natale veronese per la prima volta in tour nei quartieri

In occasione delle festività natalizie, le iniziative dell'amministrazione comunale e del Comitato per Verona si allargano anche ai quartieri meno centrali.

natale veronese quartieri
La presentazione dell'iniziativa a Palazzo Barbieri, venerdì 6 dicembre 2019

Le mascotte del Natale in tour nei quartieri. Per la prima volta, dal 12 al 23 dicembre, anche nelle circoscrizioni arrivano gli eventi dedicati soprattutto ai più piccoli. Potranno incontrare Prezzemolo, Teddy, Baldo, Tunk e Pradabella, i grandi peluche animati che rappresentano alcune delle eccellenze veronesi. Tutti potranno sedersi sulle gambe di Babbo Natale, magari per chiedere un dono speciale o per il selfie di rito. E poi musica e momenti di intrattenimento, ma anche gadget e dolcetti.

Il primo appuntamento sarà in piazza al Chievo giovedì 12 dicembre, a partire dalle ore 15.30. Il tour proseguirà il 13 dicembre in via Gaspare del Carretto alle Golosine, il 16 dicembre in via Mefistofele in Borgo Santa Croce, il 17 dicembre in piazza al Saval, il 18 dicembre in piazza dei Caduti a Santa Lucia, il 19 dicembre in piazza della chiesa don Carlo Steeb a San Michele extra, il 20 dicembre in piazza Buccari a Montorio e il 23 dicembre al parco di via Turazza a Cadidavid.

L’iniziativa, voluta dall’amministrazione comunale, è organizzata dal Comitato per Verona, in collaborazione con Confcommercio e Confesercenti.

A presentare il tour, venerdì mattina in municipio, l’assessore alle Attività economiche Nicolò Zavarise, i consiglieri Laura Bocchi e Anna Grassi, il presidente del Comitato per Verona Luciano Corsi, insieme a Fabio Vecchia di Confesercenti e Enrico Bosco di Confcommercio.

«Una sorta di edizione numero zero – ha detto Zavarise –, una sperimentazione che abbiamo deciso di avviare quest’anno per portare l’aria del Natale in tutte le circoscrizioni. L’iniziativa era inserita tra le novità dell’ultimo bando per l’organizzazione degli eventi natalizi in città, che prevedeva anche l’aumento dei prodotti tipici all’interno dei mercatini. Invitiamo tutte le famiglie a portare i loro bambini e a godere insieme di un momento di festa».