I carabinieri in visita ai piccoli pazienti per la “Befana della Biodiversità”

I militari si recheranno all'ospedale di Borgo Trento per fare visitare i piccoli pazienti e svolgere con loro laboratori tematici sull'ambiente e la biodiversità.

Anche quest’anno i Carabinieri Forestali il 6 gennaio si impegneranno nell’operazione nazionale della “Befana della Biodiversità”: i militari dei 28 Reparti si recheranno in 32 strutture ospedaliere e di accoglienza in tutta Italia dove incontreranno oltre 1500 piccoli pazienti in una giornata dedicata all’educazione ambientale, alla solidarietà e alla conoscenza e tutela della natura.

A Verona i Carabinieri si recheranno il mattino nei Reparti di oncologia pediatrica, degenze pediatriche e pronto soccorso pediatrico dell’Ospedale Civile Maggiore di Borgo Trento, dove da diversi anni la manifestazione si svolge con successo, anche grazie al supporto del personale ospedaliero che ha accolto l’iniziativa con grande entusiasmo. Da oggi sarà possibile “vivere la natura” anche per quei bambini costretti a trascorrere parte della loro vita in strutture ospedaliere.

Durante le visite saranno donate le calze della befana con piccoli oggetti realizzati dalle brave maestranze dei Reparti Carabinieri Biodiversità, dolci, libri. I Carabinieri Forestali di Verona proporranno inoltre dei laboratori sulle sementi forestali, la battaglia navale dei semi, giochi sulla natura da realizzare con colori e fantasia, per dare momenti di svago ai piccoli degenti e far conoscere il ruolo dell’Arma a tutela della natura e a sostegno delle fasce più deboli.