Domani in Fiera torna la “Mostra mercato del disco”

L'appuntamento è dalle 10 alle 19 nella Sala Margherita della Fiera di Verona.

Organizzata dall’Associazione Culturale Kolosseo domenica 27 Ottobre ritorna a Verona l’appuntamento con la “Mostra mercato del disco, del cd e del dvd usato e da collezione”. La manifestazione, che si svolgerà nella Sala Margherita, alla Fiera, sarà aperta al pubblico dalle ore 10 alle ore 19 e vedrà la partecipazione di più di 80 espositori italiani e stranieri.

Alla fiera del disco è possibile trovare materiale che soddisferà il semplice ascoltatore o amante della buona musica ma anche il collezionista più esigente, alla ricerca del pezzo raro o della curiosità per completare o espandere la propria collezione.

Gli amanti del rock più classico potranno trovare rarità di Beatles, RollingStones, Led Zeppelin, U2, Pink Floyd, o Bruce Springsteen, Elvis Presley, Patti Smith e tanti altri. Di Elvis sono molto ricercati gli Extended Play (ovvero i 45 giri con più di due canzoni) stampati nel nostro Paese tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60. Del gruppo di Bono i primi singoli pubblicati nel 1978 e 1979 hanno raggiunto un’elevata quotazione. I Beatles e i loro rivali RollingStones, nonostante abbiano una vasta discografia, hanno ancora dei pezzi molto ambiti soprattutto le incisioni realizzate agli inizi di carriera. Degli Zeppelin sono molto ricercate le stampe realizzate al di fuori dei confini inglesi e americani, tra cui le pubblicazioni originali del Paese del Sol Levante.

Ultimamente le ricerche di molti collezionisti si sono spostate verso sonorità particolari come le colonne sonore di film oscuri usciti tra la fine degli anni ’60 e la prima metà dei ’70 oppure i materiali utilizzati per sonorizzazioni di pubblicità e documentari fanno oggi la felicità di questi ricercatori. 

La musica italiana fa la sua parte con i grandi classici come Lucio Battisti, Renato Zero, Vasco Rossi (anche lui molto collezionato) e Zucchero. Di Battisti, oltre alle sue primissime incisioni (Per una lira e Luisa Rossi) sono molto richieste le incisioni in altre lingue tra tutti l’album Unserfreieslieder realizzato completamente in tedesco per il solo mercato teutonico.

Altro genere che sta tornando alla ribalta prepotentemente è la new wave in tutte le sue sfaccettature: dark, punk rock, hard core, industrial. In ogni fiera ci sono diversi stand che espongono materiale di gruppi inglesi e americani ma anche europei, con un’attenzione particolare all’origine del movimento di fine anni ’70. Quindi accanto ai “classiconi” (ad esempio Ramones, Clash, Sex Pistols, Bauhaus, Dead Kennedys, Cure…) ci si può imbattere anche edizioni di nicchia, realizzate da piccole ma coraggiose etichette indipendenti in un numero ultra limitato di copie.