Ha preso il via nel pomeriggio di sabato 24 agosto la XII edizione della 24Ore del donatore FIDAS.

Trecentoventicinque i donatori di sangue che hanno raccolto l’invito presso le antiche terme di Giunone di Caldiero e si sono alternati fino alle 16 di domenica nelle vasche nella piscina olimpionica della struttura. Ogni partecipante ha nuotato per 15 minuti con l’obiettivo di superare i record degli anni precedenti. Edizione, questa, che ha battuto ogni record di partecipanti, superando gli iscritti dello scorso anno.

La volontà è quella di tramettere messaggio davvero importante. Il bisogno di sangue, infatti, non si ferma mai, tanto meno durante l’estate. Lo sanno bene i volontari che soprattutto in questi mesi sono spesso chiamati a sopperire alle emergenze che si presentano.

A dare il via alla staffetta di nuoto sono stati i rappresentanti delle istituzioni locali che da sempre sostengono questa manifestazione. Hanno partecipato il consigliere della provincia di Verona Roberto Simeoni, il sindaco di Caldiero Marcello Lovato e il sindaco di Colognola ai Colli Claudio Carcereri de Prati. Poi ancora il sindaco di Castelnuovo Giovanni Dal Cero, il sindaco di Oppeano Pierluigi Garetta. Il sindaco di Rovereto di Guà Antonio Pastorello, il sindaco di Salizzole Angelo Campi.

Con loro anche il sindaco di Villafranca Roberto D’Alloca, il sindaco di Zevio Diego Ruzza, il vicesindaco di Soave Alice Zago, il vicesindaco di Selva di Progno Silvano Valcasara. E poi l’assessore del comune di Colognola Davide Dugatto, l’assessore di Sommacampagna Marco Montresor, il consigliere di Badia Calavena Stefano Perlati, il consigliere di San Pietro di Morubio Nicolà Favalli. Naturalmente, ha partecipato anche il presidente dell’azienda Terme di Caldiero Andrea Chiamenti.

Insieme a loro, alla 24Ore FIDAS, anche i nuovi acquisti della Bluvolley Verona: Federico Bonami e Asparuh Asparuhov. A chiudere la manifestazione, nella giornata di domenica, tre atleti plurimedagliati. Si tratta del campione italiano di Paratriathlon Manuel Marson e due atlete delle Fiamme Oro.

La prima è la pistoiese Giulia Gabrielleschi, già medaglia d’argento nella 10 km di fondo in acque libere agli Europei di nuoto di Glasgow. La Gabrielleschi ha conquistato l’argento nella 5km a squadre al recente Mondiale di nuoto svoltosi in Corea del Sud. Con lei la trevigiana Barbara Pozzobon, già medaglia d’oro alla Ohrid Lake Swimming Marathon 2018. La Pozzobon quest’anno ha conquistato il gradino più alto del podio ai nazionali assoluti di nuoto in acque libere a Piombino nella gara dei 25 km.