“Love again”, l’artista veronese Giovanni Motta sostiene Save the Children

In occasione della “Giornata internazionale dei bambini innocenti vittime di aggressioni”, 4 Giugno, l’artista veronese Giovanni Motta realizza 12 sculture pezzi unici, edizione limitata e speciale perchè potendo personalizzare il colore del cuore l’opera, di fatto, diventa un pezzo unico.

Ogni opera è firmata e dotata di certificato di autenticità. Parte del ricavato delle vendite sarà devoluto a sostegno di Save the Children, associazione appoggiata dall’artista, per aiutare e proteggere i bambini e le bambine più vulnerabili e deprivati, in Italia e nel resto del mondo.

Titolo: “Love Again”
Anno: 2020
Altezza: 38 cm
Tecnica: resina stratificata, dipinta a mano in acrilico bianco, colore del cuore personalizzabile (con riferimento tipo Pantone), base in legno dipinto.
Prezzo: 1000 euro (+ Iva)
L’opera è preordinabile entro l’11 giugno 2020.

Giovanni Motta è nato a Verona nel 1971. L’artista, figlio d’arte, si esprime attraverso pittura e scultura. I suoi dipinti sono il frutto di un’elaborata e complessa tecnica pittorica dove lo studio del colore e della forma sono protagonisti indiscussi. Nella poetica di Motta, dove spesso le tematiche affrontate sono quelle della memoria e del ricordo, mezzo pittorico e scultura non entrano in contraddizione, ma anzi, il dato oggettivo e la percezione della realtà, rappresentati dalla pittura tendono ad amplificare l’idea di fantasia soggettiva che sottende la scultura, secondo una logica di alterazione e trasformazione che intercorre nell’utilizzo congiunto di entrambi i mezzi.Le sue opere, dal forte impatto visivo e al limite del fantastico, partono dalla ricerca e dallo sviluppo del ricordo di momenti legati all’infanzia. Il suo è un alfabeto contemporaneo contaminato dalla cultura nipponica, dallo stile cartoon e da cartelle colori vivaci rigorosamente impiegate a tinte piatte.