La Pasqua della Chiesa rumeno ortodossa di Verona

Domani, domenica 19 aprile, si celebrerà la Pasqua della Chiesa rumeno ortodossa. A spiegarci cosa significa celebrare questo importante avvenimento per la comunità rumena veronese (nonostante il coronavirus), è stato il prete Gabriel Codrea.

Il prete della Chiesa rumeno ortodossa di Verona, Gabriel Codrea, ci ha parlato di come la sua comunità si sta apprestando a celebrare la Pasqua ortodossa, prevista per domani, domenica 19 aprile. Un momento importante che però, come tutte le altre celebrazioni, sarà celebrato in una situazione di emergenza sanitaria.

«La comunità vive questo momento importante della vita spirituale così come tutta la comunità in cui noi ci siamo innestati. C’è una certa attenzione ma anche la speranza che Dio permette queste cose perchè ne possiamo poi trarre degli insegnamenti. – ha spiegato Codrea – Questo è un momento in cui dobbiamo ancora di più riflettere sui cambiamenti del mondo, sulle sfide che siamo stati chiamati ad affrontare e credo che lo stare a casa in famiglia sia un momento per riflettere. Succede a me come prete, ma credo succeda a molti altri. Prendiamo questo momento come un’occasione per chiarire il nostro rapporto con il mondo, con noi stessi e con Dio».

«Negli ultimi due decenni sono cambiate molte cose e spesso senza ragionare sulle conseguenze. Come Chiesa ortodossa stiamo pensando da tanto tempo ai cambiamenti climatici come conseguenza di una crisi ecologica e abbiamo sempre proposto al mondo un tipo di riflessione sul rapporto con il mondo come un rapporto eucaristico perchè il mondo è un dono di Dio».