Il Bacanal si racconta ai bambini: lezione speciale in Gran Guardia

Il Bacanal ha voluto oggi incontrare in Gran Guardia i bambini delle scuole elementari per raccontare la storia del carnevale veronese. Presente anche il sindaco che conferma: «per consentirvi di partecipare alla sfilata del venerdì gnocolar, le scuole chiuderanno prima del solito».

Una lezione speciale questa mattina, venerdì 14 febbraio, per i bambini delle scuole elementari: il Bacanal li ha voluto incontrare in Gran Guardia e raccontare loro la storia del carnevale veronese. Una tradizione lunga 490 anni, fatta di maschere, termini dialettali e date che hanno segnato un percorso lungo secoli, da far conoscere e tramandare.

A rispondere alle domande dei piccoli studenti, che non si sono lasciati sfuggire l’occasione per chiedere la chiusura delle scuole il venerdì gnocolar, c’era anche il sindaco, insieme al Papà del Gnoco e al presidente del Bacanal, Valerio Corradi.

«Il carnevale è una delle più belle e sentite tradizioni veronesi – ha detto il primo cittadino -. Un momento di gioia e di festa che coinvolge l’intera città, regalando sorrisi non solo ai bambini e ai giovani ma anche ad adulti e anziani. È bello che voi ne conosciate la storia, un giorno sarà la vostra generazione a portare avanti questa manifestazione. E, anche per consentirvi di partecipare alla sfilata del venerdì gnocolar, le scuole chiuderanno prima del solito».

Proprio in questi giorni il sindaco ha firmato l’ordinanza per la sospensione anticipata delle attività educative e didattiche nella giornata di venerdì 21 febbraio. Per motivi di sicurezza, tutte le scuole di ogni ordine e grado che si trovano in centro storico, quartiere Cittadella e San Zeno, nelle vie interessate dal corteo, termineranno le lezioni alle ore 12. Questo consentirà ad alunni, insegnanti e personale di uscire dagli istituti prima della sfilata dei carri.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.