CSV, online le indicazioni utili per associazioni e cittadini

Le informazioni chiave per il mondo del volontariato, per chi è in difficoltà e cerca aiuto, per chi vuole dare una mano, sono a disposizione sui canali on-line e contattando il centralino del Centro di Servizio per il Volontariato di Verona.

Siamo in piena emergenza sanitaria. E, dopo un primo momento di disorientamento, ora associazioni di volontariato e molti singoli cittadini si sono rimboccati le maniche per capire come e in che modo dare una mano, nel pieno rispetto delle normative messe in atto da Governo e Comuni per contenere l’epidemia.

Punto di riferimento in questo periodo complessi, si conferma il Centro di Servizio per il Volontariato che in questi giorni sta ricevendo centinaia di telefonate. Le sollecitazioni provengono da un lato da volontari e associazioni rispetto alle attività di volontariato ammesse nel rispetto dei decreti governativi per affrontare l’emergenza da COVID-19, dall’altro da cittadini solidali che vorrebbero dare una mano.

«La priorità al momento è quella di non improvvisarsi volontari. Prima di tutto viene la salute e la sicurezza collettiva, che ad oggi corrisponde all’imperativo del #iorestoacasa. Soprattutto in questo momento il volontariato organizzato è protagonista, a fianco e in necessario coordinamento con le istituzioni, per tutelare la salute e il benessere di tutti» ribadisce Chiara Tommasini, Presidente del CSV di Verona.

Le associazioni che operano in prima linea hanno bisogno di presidi sanitari, dispositivi di protezione per mantenere in sicurezza i propri volontari. Sono attive molte raccolte fondi e richieste di contribuire. Le informazioni sono reperibili sul sito del CSV di Verona e sulla Pagina Facebook: CSV Verona Federazione del Volontariato. Ai cittadini che vogliono rendersi utili, l’invito è quello di contattare gli operatori del CSV che sapranno fornire informazioni utili su cosa ciascuno può fare per contribuire ma senza rischiare di contravvenire alle restrizioni vigenti e, quindi, peggiorare la situazione con comportamenti scorretti, per quanto dettati dalla buona volontà.

Il CSV di Verona è in contatto costante con le istituzioni di riferimento e con quelle associazioni che in questo momento sono autorizzate ad operare. Non solo i singoli ma anche imprese piccole e grandi possono fare la loro parte. Le misure normative recentemente adottate hanno aumentato le tipologie di beni che possono essere donati con l’“antisprechi”: chi avesse rimanenze di magazzino può destinarle a fini di solidarietà sociale, godendo di agevolazioni fiscali.

Sempre sul sito del CSV di Verona, si trovano i numeri utili, le istituzioni di riferimento, un elenco aggiornato delle iniziative messe in atto dai Comuni sulla provincia di Verona, in collaborazione con volontariato e Terzo settore, per venire incontro prima di tutto all’esigenza di fornire beni di prima necessità medicinali, ma anche un punto di ascolto per persone anziane, fragili e sole.

Come contattare il CSV:

– Il centralino è operativo tutte le mattine da lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18. TEL: 045 8011978, EMAIL: info@csv.verona.it;

– Attraverso le mail degli operatori;

– Consultando regolarmente sito internet e pagina Facebook (CSV Verona Federazione del Volontariato).