Al via domenica la “Staffetta per la Speranza”

Anche il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, organo di direzione, coordinamento e controllo dei Comandi e delle Unità di supporto tattico e logistico dell’Esercito Italiano, con sede a Verona, partecipa alla “Staffetta per la Speranza”. Promossa da Fondazione Città della Speranza Onlus e patrocinata dalla Regione del Veneto, l’ultramaratona benefica si terrà dal 21 al 24 aprile e vedrà complessivamente 25 runner speciali, ovvero membri dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri, attraversare a turno Veneto, Emilia Romagna, Umbria e Lazio per abbracciare idealmente tutti i bambini malati e incontrare Papa Francesco.

Obiettivo dell’evento, infatti, è quello di accendere i riflettori sull’importanza di sostenere la ricerca pediatrica per guarire quel 20% circa di pazienti con patologie oncoematologiche per i quali ancora non esistono cure efficaci e risolutive. Nei suoi 25 anni di attività, Città della Speranza ha contribuito ad innalzare notevolmente i tassi di sopravvivenza, portandoli dal 30% del 1994 all’80% di oggi, ma molto resta da fare per raggiungere il traguardo della guarigione completa. A tal fine, la Fondazione finanzia la diagnostica avanzata di leucemie, linfomi e sarcomi per i bambini di tutta Italia e ha creato l’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande centro europeo in questo ambito, interamente realizzato grazie all’incessante attività di fundraising. Specificità, queste, che vogliono essere portate all’attenzione delle famiglie per affermare che non sono sole nella difficile esperienza della malattia.

Il via della “Staffetta per la Speranza”, lunga 530 km, si terrà la domenica di Pasqua, alle ore 15, presso IRP a Padova. Nella prima giornata, sino a Piazza Matteotti a Codigoro (Ferrara), saranno i Carabinieri della Legione “Veneto” a correre, mentre il 22 si alterneranno fino a Piazza Tre Martiri a Rimini i militari della sezione di atletica leggera del Centro Sportivo Carabinieri di Bologna.

Ci si sposterà poi in auto sino a Perugia, da dove, mercoledì 23 aprile, toccherà all’Esercito percorrere altri 141 km. A passarsi il testimone saranno appassionati della corsa e non solo, ovvero: il Tenente Colonnello Antonio Capriati (consigliere del Comitato direttivo della “Straverona”, nonché coordinatore della squadra agonistica e organizzatore di svariati eventi podistici nella stessa città); i Caporali Maggiori Scelti Valentina La Malfa (iscritta all’Associazione KM Sport), Danilo Zito e Paola Franceschetti (nel 2015, terza classificata assoluta femminile alla XVI Mezza maratona Flik Flok di Caserta); il Caporal Maggiore Gaetano Lamedica; i soldati Gianmarco Marrazzo, Ebenezer Kojo Mensah, Sonia El Ashker (campionessa regionale Veneto nel 2013 nei 3000 metri e riconoscimento per i 5000 metri), Francesca Carboni e Giulia Spampinato. Ad accompagnare i podisti vi sarà il Tenente Colonnello Paolo Bergamini, Comandante del Reparto Comando FOTER di Supporto.

L’arrivo della tappa del terzo giorno è previsto alle ore 20 in Piazza San Lorenzo a Formello, in provincia di Roma, accolti dall’amministrazione comunale e dalla cittadinanza. Gli ultimi 30 km che separano da piazza Papa Pio XII in Vaticano, antistante al colonnato del Bernini dove sarà collocato il gonfiabile dell’arrivo, saranno percorsi da due militari del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri di Roma, dal Comandante della Legione Veneto e dal fondatore di Città della Speranza, Franco Masello, che taglierà il traguardo.

Seguiranno la partecipazione all’udienza generale del Santo Padre in Piazza San Pietro e l’incontro con lo stesso a cui sarà consegnato il testimone azzurro che i corridori si saranno scambiati ogni 10 o 20 km. Ad offrirlo a Papa Francesco sarà un bambino di 4 anni guarito da Retinoblastoma. All’interno saranno custoditi messaggi sia di pazienti in terapia sia di persone che oggi stanno bene.

Sarà possibile seguire la “Staffetta per la Speranza” tramite i canali social di Città della Speranza (Facebook, Instagram e YouTube). L’invito, a quanti incontreranno i corridori lungo l’Italia, riconoscibili per indossare una maglietta blu logata, è di postare le foto indicando l’hashtag ufficiale #staffettaperlasperanza. L’iniziativa, di cui è testimonial il cantautore Red Canzian, è resa possibile grazie al contributo di Eismann, Ortoromi, Karizia, Matt, Salix, Sanpaolo Invest – Private Banker Flavio Destro, Target Point, Viaggiare – Frattin Auto, Xacus, Aurora 76 Runners, è-di energia.