Le prime parole del nuovo prefetto Cafagna

Tra le priorità del nuovo prefetto di Verona Donato Giovanni Cafagna, creare empatia con il territorio. Poi attenzione alle infiltrazioni mafiose, appalti e gare pubbliche

Infiltrazioni della criminalità organizzata, poi gli appalti e le gare pubbliche, il riciclaggio e il reinvestimento del capitale derivante dai beni confiscati. Su questi ambiti specifici si concentrerà l’attività del nuovo prefetto di Verona Donato Giovanni Cafagna. Questa mattina la conferenza stampa di presentazione, durante la quale Cafagna ha sottolineato come il suo mandato sarà volto al creare, prima di tutto, un’empatia con il territorio.

Cinquantotto anni quest’anno, originario di Taranto, Cafagna viene da una terra dove la criminalità organizzata è particolarmente presente.

Il neo prefetto si insedia in un momento particolare per la città. Questo weekend ci sarà infatti il tanto discusso Congresso della Famiglia, e ci saranno diverse manifestazioni di dissenso.