“Attraverserò il lago a nuoto da Riva a Peschiera”

Lo scorso 15 settembre ha nuotato da Padenghe a Peschiera, per 30 km, e ha raccolto più di 8 mila euro per la ricerca sulle malattie rare muscoloscheletriche degenerative. Virginia Tortella però non si ferma qui. Ora si prepara all’impresa: attraversare il lago per il lungo.

Attraversare il lago per il largo e per il lungo, per una buona causa. Virginia Tortella lo scorso 15 settembre ha nuotato dalla sponda bresciana a quella veronese, per raccogliere fondi da destinare alla ricerca sulle malattie rare muscoloscheletriche degenerative, e ora si prepara per la traversata da Riva del Garda a Peschiera.

È partita alle 10.30 di notte ed è arrivata sull’altra sponda dopo 16 ore di nuoto in stile rana. Un’atleta dalla corazza d’acciaio Virginia Tortella, che con l’impresa ha raccolto ben 8 547,96 euro, derivanti dalla vendita di magliette e cappellini, con una stampa speciale: una corona, perchè è di madre olandese, la rana perchè nuota sempre con la bocca sott’acqua, e le iniziali dei figli e dei fratelli.

La prima impresa ha avuto come obiettivo quello di raccogliere fondi per Telethon; la prossima, e più impegnativa sfida, in programma tra due anni, la vedrà attraversare il lago per il lungo, da Riva del Garda a Peschiera, sempre sotto la vigilanza della Protezione Civile. Il ricavato sarà devoluto questa volta all’associazione Bambino Emopatico Oncologico (ABEO).

L’intervista