ZTL h24, il punto a Squadra che vince con Antonio Leone

Abbiamo affrontato l'argomento ZTL durante la trasmissione "Squadra che vince" con Antonio Leone, consigliere dell'Associazione Ristoratori Veneto & Ho.Re.Ca..

Ztl a Verona
New call-to-action

Già il nuovo piano urbano della sosta, annunciato dal Comune di Verona a inizio aprile, citava «la chiusura dei varchi Ztl h24». Insomma in centro stop alle auto che non siano di residenti o autorizzati a passare in ztl per altri motivi. In questi giorni il dibattito sul tema si sta scaldando, con la Corporazione Esercenti Centro Storico Verona pronta a dare battaglia insieme all’Associazione Ristoratori Veneto & Ho.Re.Ca.. Abbiamo affrontato l’argomento durante la trasmissione “Squadra che vince” con Antonio Leone, consigliere dell’associazione.

LEGGI ANCHE: Ztl della discordia, a Verona si discute sulla chiusura h24

Si svolgerà domani (oggi, NdR) la conferenza congiunta tra la Corporazione Esercenti del centro storico di Verona e l’Associazione Ristoratori Veneto & Horeca. Come nasce la vicinanza tra queste due realtà?

Nasce da esigenze comuni, loro come esercenti e noi come ristoratori. Noi abbiamo quaranta attività di ristorazione presenti nel territorio della 1^, 2^ e 3^ Circoscrizione. La misura della ZTL interessa infatti non solo il centro cittadino ma anche i quartieri limitrofi. Devo riconoscere che quest’amministrazione, rispetto alle precedenti, ha aperto un dialogo con noi, ma siamo comunque preoccupati. Andrebbero fatti, secondo noi, degli interventi molto più urgenti prima della ZTL.

LEGGI ANCHE: Un masso incombe sulla strada e sul Biffis: chiusa la Sp11 tra Rivalta e Brentino

Guarda la puntata


LEGGI ANCHE: Ca’ del Bue: il Comune di Verona chiede approfondimenti ad Agsm Aim

L’assemblea di ANCE Verona

Durante la trasmissione è stato trattato anche l’argomento dell’assemblea di ANCE Verona, svoltasi lo scorso 26 maggio nell’auditorium della Camera di Commercio a Verona. A salutare la platea il presidente di Ance Verona, Carlo Trestini, che in un discorso appassionato ha lanciato una raccolta fondi a favore delle popolazioni e dei colleghi emiliani e romagnoli colpiti dalle alluvioni, ripercorso gli ultimi anni, dal buio per il settore allo slancio del Superbonus, e di seguito fotografato la città dal punto di vista dei costruttori edili scaligeri.

«Nonostante le sfide attuali, tra cui la carenza di manodopera e i crediti fiscali in sospeso – ha spiegato Trestini – ANCE Verona rimane impegnata nell’assistere le imprese ad affrontare i problemi quotidiani, risolverli e prevenirli. Grazie alla professionalità e concretezza dei suoi uffici, l’Associazione si pone l’obiettivo di guardare oltre il presente, sviluppando una visione di medio-lungo periodo per anticipare e affrontare al meglio le sfide future».

L’Associazione ha avviato un progetto che mira a rivoluzionare il modo di programmare, progettare e realizzare operazioni di sviluppo immobiliare, attraverso il coordinamento della filiera e la risoluzione delle inefficienze che si presentano lungo il percorso. Questa metodologia accompagnerà gli imprenditori dalla valutazione degli investimenti fino alla costruzione e vendita, riducendo gli errori e garantendo tempi e costi preventivati, insieme a standard elevati in termini di sicurezza sismica, acustica, efficienza energetica e comfort abitativo.

LEGGI ANCHE: Matteo Ridolfi, dopo Zaia accolto anche da Fontana alla Camera

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM