Zevio, 29enne molesto sul bus: aggredisce anche i carabinieri

L’autista dell’Atv della linea 138 ha chiamato i carabinieri per l’atteggiamento molesto di alcuni giovani sul bus. Uno di questi, alterato dall’alcol, ha reagito all’intervento dei militari.

Carabinieri Zevio

Nella tarda serata di ieri, martedì 13 febbraio, un equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di San Bonifacio è intervenuto a Zevio su richiesta dell’autista dell’autobus Atv della linea 138 – Albaredo d’Adige/Verona – per la presenza di alcuni giovani molesti intenti a infastidire gli altri passeggeri.

Uno di questi, un cittadino marocchino 29enne, irregolare sul territorio nazionale e già noto alle Forze dell’Ordine, in grave stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di alcol si è dapprima rifiutato di fornire le proprie generalità e poi si è scagliato con violenza contro i militari che, con fatica, sono riusciti a bloccarlo.

LEGGI ANCHE: Meloni a Veronafiere, elogio al Made in Italy

Dopo una notte trascorsa in Caserma, il giovane è comparso davanti al Giudice di Verona che ha convalidato l’arresto disponendo la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Ronco all’Adige e l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, rinviando il processo al prossimo mese di marzo. I Carabinieri se la sono cavata con qualche contusione.

LEGGI ANCHE: Autovelox a Verona: ecco dove sono questa settimana

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM