Zaia: «Nuovi vaccini, Aifa ci ha dirottati su Arcuri»

Durante il punto stampa il Presidente del Veneto Zaia sottolinea il trend negativo di ricoveri. Sale invece la preoccupazione per le varianti, che sembrano colpire prevalentemente i giovani, come dimostra il picco di aumenti in Israele nei bambini. Intanto Aifa dirotta la richiesta di acquisto di nuovi vaccini su Arcuri

luca zaia
Luca Zaia durante la conferenza stampa del 16 febbraio 2021.

Il bollettino

638 positivi, l’incidenza è dell’1,82%, ricoverati 1.518, così divisi 136 in rianimazione, -12, 1382, -51 in area non critica. Decessi +42.

L’appello ai cittadini

«Non dobbiamo abbassare la guardia, la preoccupazione è che con questi dati i cittadini si sentano liberi di farlo. Vanno sempre seguite le misure di sicurezza, le mascherine, la distanza. Oggi è l’ultimo giorno di Carnevale e siamo costretti a una libertà “mascherata”. Ne veniamo fuori solo con il lavoro di squadra».

«Ci siamo dati come data limite fine febbraio per fare un bilancio sull’andamento epidemiologico. A ora i ricoveri stanno continuando a diminuire. Siamo preoccupati per il tema delle varianti, perché colpiscono soprattutto i giovani: vogliamo proseguire nelle scuole con le modalità di screening e monitoraggio che abbiamo presentato nel piano di sanità».

Vaccini, l’Aifa dirotta la richiesta del Veneto su Arcuri

«L’Aifa ha dirottato la richiesta che avevamo preparato per l’acquisto di nuovi vaccini al Commissario Arcuri, quindi stiamo attendendo direttive. Ho l’impressione che comunque il mercato nel giro di breve tempo venga ben rimpinguato di dosi, non solo con Astrazeneca e Moderna ma anche con Johnson&Johnson».

LEGGI ANCHE: Il Veneto ha chiesto ad Aifa di poter acquistare vaccini nei mercati paralleli

IN AGGIORNAMENTO

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP (salvati il numero)

OPPURE CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM