Zaia: «Senza vaccini saremmo al collasso»

Il governatore Zaia è intervenuto sul tema vaccini, sottolineando l'importanza di arrivare all'80% dei veneti vaccinati entro ottobre e ha annunciato un piano per la scuola, che sarà presentato la settimana prossima.

Luca Zaia. Foto d'archivio

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, in diretta da Marghera ha fatto il punto sulla situazione Covid.

«Sul fronte vaccini stiamo andando avanti, nelle ultime 24 ore abbiamo fatto oltre 9mila vaccini. Cominciamo ad avere magazzini, quindi ricordo che la fascia di cittadini tra 12-25 e over 60 possono presentarsi in un hub a fare la vaccinazione senza prenotarsi».

«La nostra regione è ritenuta a rischio basso, ma ci sono regioni in cui i ricoveri sono alti e ci dà la dimensione di quanto sia strano il virus. Noi dobbiamo garantire a chi vuole vaccinarsi la possibilità di farlo, non costringiamo nessuno, ma manca una comunicazione efficace istituzionale. Dobbiamo evitare gli assembramenti: all’aperto non è obbligatorio indossare la mascherina, ma è obbligatorio usare il cervello. Senza i vaccini la situazione sarebbe devastante: oggi senza il vaccino avremmo gli ospedali al collasso».

Sul nodo scuola: «La prossima settimana presenteremo il progetto per la scuola con istituti sentinella. Per quanto riguarda i trasporti, immagino saranno all’80% della capienza. Se fosse al 50% non riusciremo a fare nulla, con le scuole aperte».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM