Zaia: «Prime dosi senza prenotazione e possibilità di cambiare data»

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia introduce alcune novità in merito alla vaccinazione: possibilità di cambiare la data di prenotazione senza rischiare di perdere il posto, la prima dose sarà ad accesso libero. Il rischio della zona gialla rimane plausibile per le prossime settimane.

Luca Zaia

Il bollettino

11.102.599 test rapidi. 7.595.100 test molecolari. 18.697.699 tamponi totali da inizio pandemia. 2.362 positivi nelle ultime 24 ore. Incidenza di 1,70%. 658 ricoverati totali (+47), di cui 553 in area non critica e 105 in terapia intensiva. Terapia intensiva non Covid 318.

Leggi anche: Vaccini e tamponi, novità dall’Azienda ospedaliera di Verona

Sforzo sanitario

«L’attività ospedaliera comincia a subire la pressione del paziente Covid. Dietro ai pazienti Covid c’è uno sforzo sanitario notevole. Parliamo di pazienti che vanno seguiti in maniera impegnativa. Noi siamo davanti a una congiuntura astrale: lo sforzo al quale abbiamo sottoposto tutta la macchina sanitaria del Veneto è sottolineare. Noi non abbiamo la bacchetta magica: la nostra testa d’ariete contro il Covid sono i sanitari, purtroppo non ci sono rinforzi e da 21 mesi queste persone sono in prima linea. A loro mando il mio ringraziamento».

Novità

  • Da oggi l’accesso alle prime dosi lo vogliamo rendere diretto, senza prenotazione. Ci sarà qualche tensione iniziale, perché da un punto di vista organizzativo capisco lo sforzo, ma abbiamo bisogno di garantire un accesso rapido alla prima tappa della vaccinazione.
  • Coloro che hanno ricevuto la prenotazione per la terza dose quando la norma chiedeva la somministrazione dopo i sei mesi dalla seconda dose verranno contattati via mail per poter anticipare la prenotazione, qualora vogliano farlo.
  • Tutti quelli che si prenotano, da oggi, vedranno nella mail un link per poter cambiare la data di prenotazione senza il rischio di perdere il posto.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Rischio zona gialla

«Non è escluso che si passi in gialla: questa settima no di certo, la prossima non penso, quella dopo ancora non ne sarei così sicuro. Siamo ad alto rischio: facciamo tanti tamponi, quindi ci sono tanti positivi».

Vaccini obbligatori

«In un mese dovremmo vaccinare due milioni di persone, cosa pressoché impossibile, a meno che tutti non facciamo squadra. Se riuscissimo per esempio a fare 50mila vaccinazioni al giorno, ce la possiamo fare. 31.853 vaccini soltanto nelle ultime 24 ore, siamo a buon punto ma dobbiamo impegnarci tutti. 28.178 terze dosi, 1.525 seconde dosi e 2.150 prime dosi».

Vaccinazioni

Media regionale: 85,8%.

  • Over 80: 99,9%
  • 70-79 anni: 93,2%
  • 60-69 anni: 90,2%
  • 50-59 anni: 86,1%
  • 40-49 anni: 80,4%
  • 30-39 anni: 80,3%
  • 20-29 anni: 84,6%
  • 12-19 anni: 73,7%

«Rinnovo l’invito a vaccinarsi. Non nego il fatto che l’assessore Lanzarin stia lavorando per via di una graduale riduzione delle prestazioni, ovvero persone che non hanno potuto effettuare screening e tutto quello che non è ritenuto di massima urgenza. Penso sia fondamentale far capire che la messa in sicurezza con la vaccinazione continueremo a proporla. Siamo convinti dei numeri che abbiamo: l’ospedalizzazione in Veneto si è ridotta a un quarto, quindi stiamo lavorando bene».

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

SEGUI DAILY VERONA
ANCHE SU
👉 GOOGLE NEWS 👈
A QUESTO LINK