Zaia: «Entro fine mese al massimo vogliamo riaprire tutto»

Riapertura delle attività ancora ferme e finanziamenti per le sanità regionali: questi i punti principali trattati dal Presidente Zaia durante il consueto punto stampa. «Entro fine mese vogliamo riaprire tutto. Per l'emergenza abbiamo sostenuto una spesa straordinaria di oltre 200 milioni di euro che dobbiamo coprire».

«Conto di chiudere la questione ordinanze entro metà giugno, massimo fine mese. La mascherina continuerà a essere obbligatoria nei locali chiusi e all’aperto laddove ci siano assembramenti. Martedì 9 giugno alle 13 avremo una conferenza importante con le Regioni per fare il punto sulle riaperture e sull’emergenza e definire quindi le ultime linee guida». Queste le parole del Governatore del Veneto Zaia durante il punto stampa odierno.

«L’altro punto importante, di cui discuteremo martedì prossimo, quello dei finanziamenti per la sanità: il Veneto esce da quest’emergenza con una spesa straordinaria di 200 milioni, più altri 35 milioni per le nuove assunzioni. Voglio ricordare anche le ingenti donazioni dei cittadini, 58 milioni di euro: i cittadini sono arrivati prima di Roma. Però quello che manca sono indicazioni precise su questi finanziamenti che devono arrivare dal Governo per le sanità regionali».

Per quanto riguarda i dati del bollettino: i tamponi effettuati sono 729.633, 9100 più di ieri, in isolamento 1.057 persone, il numero dei positivi è di 19.182, più 8 rispetto a ieri, un dato quindi altamente al di sotto dell’0,1%, i ricoverati sono 323, di cui i positivi sono 82. 16 le persone in terapia intensiva, i dimessi 3439, il totale dei defunti 1949, mentre i nati sono 100.