Zaia: «Con nuovo decreto Natale l’ordinanza regionale decade dal 24 dicembre»

Durante il punto stampa il Governatore ha sottolineato che l’ordinanza regionale, ovviamente, decadrà dal 24 dicembre in quanto verrà assorbito dal nuovo decreto Natale. La prossima settimana sarà presentato il piano vaccini.

Il bollettino. 3.834 positivi, su 58.101 tamponi, sono il 6.2%, ricoverati 3.213, 369 in intensiva, +4, 2.244 in area non critica, -89, decessi +114.

«Le curve stanno segnando la diminuzione, a meno oche non ci sia una repentina inversione di tendenza dovremmo ora continuare a scendere. Verona è in una situazione di forte tensione, ma oggi ha posti che si liberano, ma è prudente guardare tutto questo quadro. I contagi si stanno alzando in tutta Europa, l’infezione c’è e continua a correre, nonostante ci sia gente che nega il Covid».

«Ovviamente visto che è uscito il nuovo decreto Natale, come avevamo già annunciato, l’ordinanza del Veneto decade dal 24 dicembre al 6 gennaio, perché viene assorbita da quanto stabilito dal Governo».

L’assessore Lanzarin interviene sul tema vaccini. «Il 25 dicembre arrivano allo Spallanzani le fiale di vaccino, sono 875 dosi, dobbiamo ancora decidere a che le riserveremo, perché comunque devono essere consumate in tempo breve. Arriveranno il 27 all’ospedale di Padova. In simultanea in tutta Italia arriva la dose minima e si parte in un punto specifico per ogni Regione, noi abbiamo deciso Padova. Ovviamente le vaccinazioni sono su base volontaria e verranno affidate prima agli operatori sanitari e alle Rsa».

«La prossima settimana presentiamo il piano vaccini – spiega Lanzarin – suddiviso in tutte le sue fasi. Prima fase operatori sanitari e rsa, seconda fase forze dell’ordine e categorie protette, fase tre popolazione: quest’ultima, secondo le indiscrezioni, partirà da maggio».