Zaia: «Confini regionali chiusi fino al 15 febbraio»

Alle 12.30 il punto stampa del Governatore Zaia da Marghera. Punti chiave i ricoveri in calo, i vaccini e la riunione di questa mattina con il Governo relativa al nuovo dpcm.

Il bollettino

41.197 tamponi, tasso positività del 5%, 2.076 positivi rispetto a ieri, 3.220 ricoverati, 128 in meno rispetto a ieri, -119 in area non critica, -9 in intensiva. Decessi 101, dimessi 235 persone. Rt attorno al 0,95.

LA CONFEREZA DEL 13 GENNAIO: Zaia: «Siamo in calo, ma non cantiamo vittoria»

Vaccini

87.187 dosi, 75% del magazzino somministrato. Sono arrivati i vaccini Moderna, 7800 dosi, dedicate esclusivamente agli over 80. A fine gennaio chiuderemo con la seconda dose, il richiamo. Adesione in ospedale oltre il 90%, delle case di riposo 80%.

Riunione con il Governo

«Abbiamo discusso in merito al nuovo dpcm, chiusura confini regionali fino al 15 di febbraio, non più a marzo. Dal 15 di gennaio sembra che ci sarà nella conta dei tamponi anche quella dei rapidi. Nel bollettino quindi ci sarà una colonna dedicata. La fornitura di Pfizer ne avremo 40mila a settimana, Moderna 100mila vaccini a gennaio, dal 29 dovrebbe chiudersi anche la partita AstraZeneca, che sembra possa dare una fornitura molto copiosa di vaccini. A primavera avremo molti più vaccini sul mercato. La terza ondata è iniziata e dobbiamo tenere sempre alta la guardia: se uniamo l’utilizzo corretto dei dispositivi con gli effetti dei vaccini possiamo iniziare a vedere la luce.

Donazzan

«Fatto infelice, da condannare, questa amministrazione condanna ogni totalitarismo. Penso che il contesto in cui si è verificato il fatto fosse di assoluta goliardia, è stata quantomeno una leggerezza».

LEGGI ANCHE: Canta “Faccetta nera” in radio, bufera sulla Donazzan. Zaia«Si scusi»