Villafranca, torna la truffa dei finti sordi: tentata rapina e violenza in un negozio

È finita con la denuncia dei quattro soggetti, truffatori seriali, la vicenda che sabato ha coinvolto un negozio di articoli sportivi. I finti sordi chiedevano, tramite moduli fintamente certificati, donazioni di almeno venti euro. Aggrediti un cliente e una guardia giurata.

polizia locale villafranca di verona truffa finti sordi decathlon
New call-to-action

Nella giornata di sabato 25 novembre tre soggetti di circa trent’anni e una 28enne, senza fissa dimora, si sono presentati presso il negozio Decathlon a Dossobuono e, una volta entrati, utilizzando falsi moduli recanti il simbolo dell’Unione Europea e di associazioni per la tutela dei diritti delle persone disabili, hanno cercato di ottenere offerte simulando di essere sordi, non accontentandosi di pochi euro ma pretendendone almeno venti e molestando chi offriva meno. I dipendenti del negozio, una volta accortesi della loro presenza, hanno contattato la polizia locale di Villafranca.

LEGGI ANCHE: Occupazioni e accattonaggio molesto: a Verona 91 daspo urbani in una settimana

Nel frattempo, a seguito di una discussione con un cliente del negozio che si rifiutava di dare i venti euro richiesti, la truffatrice ha cercato di prendergli, strattonandolo, il portafoglio dall’interno della giacca. Alla resistenza del malcapitato, la donna lo ha aggredito per poi allontanarsi rapidamente.

Al momento di uscire, la guardia giurata presente all’ingresso ha fermato la banda, che però hanno aggredito la guardia con pugni e sputi. In contatto con la Polizia Locale, il direttore del negozio ha fornito dunque il modello dell’auto e la targa dei soggetti che si stavano allontanando dal negozio. A seguito di ricerche interforze il veicolo è stato fermato in un paese della provincia dopo venti minuti dalla fuga.

Gli accertamenti condotti nell’immediatezza hanno poi permesso di riscontrare che i soggetti erano truffatori seriali, perfettamente udenti e già gravati da denunce specifiche. Sono stati quindi denunciati a piede libero per resistenza a incaricato di pubblico, truffa e tentata rapina in concorso.

LEGGI LE ULTIME NEWS

La truffa

In questo tipo di truffa, inizialmente sembra tutto regolare, anche grazie all’utilizzo di falsi moduli, in italiano e inglese, che dovrebbero certificare l’autenticità della beneficenza. In realtà le somme donate dai cittadini di buon cuore, che cadono nel raggiro, finiscono nelle tasche dei truffatori, che si appropriano anche dei dati sensibili che le vittime scrivono sui moduli, regolarmente firmati. Si tratta di un tipo di truffa molto comune soprattutto nel periodo natalizio e festivo.

La Polizia locale di Villafranca invita dunque i cittadini a essere prudenti e, in caso di episodi di truffa da parte di questi finti sordi di cui si è testimoni e/o vittime, a segnalare i casi sospetti, informando immediatamente il numero del pronto intervento 045 7900487.

LEGGI ANCHE: Grezzanella, a Villafranca partono i lavori per completare l’arteria

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM