Via Negrelli, guida sotto l’effetto di cocaina: arrestato 40enne

È stato fermato questa notte dagli agenti delle Volanti in Via Negrelli, all’angolo con Via da Sangallo, M.O., un 40enne residente a Verona ma originario di Napoli, trovato alla guida della sua auto sotto l’effetto di cocaina. È accaduto verso le ore 2.20, nel corso di un servizio di controllo del territorio.

Gli operatori hanno notato un automobilista che procedeva ad andatura estremamente elevata, guidando in modo spericolato e con continue e repentine variazioni di traiettoria. Tale condotta pericolosa ha destato l’attenzione degli agenti, che hanno immediatamente tentato di fermare il veicolo, sospettando che l’autista potesse essere sotto l’influenza di sostanze alcoliche o psicotrope.

Alla vista dei poliziotti, il conducente ha cercato di eludere il controllo, accelerando e svoltando bruscamente ad ogni incrocio.

Soltanto al termine di un breve inseguimento e grazie al tempestivo intervento di una pattuglia di supporto, gli operatori sono riusciti a far fermare il veicolo e a far scendere il conducente, che ha subito manifestato un atteggiamento estremamente agitato, mostrando sul volto dei residui di polvere bianca, che lo stesso M.O. ha ammesso essere cocaina.

L’uomo, in evidente stato di alterazione psicomotoria, ha dichiarato agli agenti di aver appena assunto la sostanza stupefacente e ha estratto dalla tasca posteriore destra un involucro di plastica da cui è uscita, cadendo a terra, altra cocaina.

Alla luce di tali evidenze, gli operatori hanno deciso di sottoporre a perquisizione anche il veicolo e l’abitazione di M.O.: entrambe hanno dato esito positivo, consentendo agli agenti di rinvenire nel porta oggetti laterale dell’auto oltre 8 grammi di cocaina e nella sua abitazione circa 15 grammi di hashish e circa 1 grammo di marijuana.

Al termine degli accertamenti, gli operatori hanno contestato a M.O. la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e il possesso di sostanze stupefacenti per uso personale, ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/1990.