Verona Sud, stop alla bretella di via Selenia. Ecco come cambia la viabilità

Il Primo lotto prevede il completamento di via Morgagni, un nuovo svincolo della tangenziale su via della Genovesa e sei rotonde, tra cui quella tra via Vigasio e via Mezzacampagna.

via Mezzacampagna via Vigasio
L'intersezione semaforizzata tra via Vigasio e via Mezzacampagna dove verrà realizzata una rotatoria

Primo Consiglio comunale del 2024. I consiglieri comunali sono tornati ieri a riunirsi in sala Gozzi dopo la pausa natalizia. A dare il via ai lavori l’inno nazionale italiano eseguito dal Coro Voci del Baldo, su iniziativa dalla presidenza del Consiglio comunale. È stato successivamente avviato l’esame delle proposte di delibere in programma.

Ultimo atto del Consiglio comunale sul progetto definitivo di revisione della viabilità ordinaria del nodo di Verona Sud e collegamento alla tangenziale Sud della città. Un articolato intervento che ridisegna la circolazione di questa parte della città, al fine di risolvere definitivamente le attuali criticità presenti.

LEGGI ANCHE: Omicidio a Lazise, vittima un uomo di 67 anni

Il progetto definitivo

Il progetto definitivo, approvato ieri sera con 26 voti favorevoli e sei astenuti (Bertaia, Bisinella, Bozza, Lella, Pisa e Barbara Tosi), illustrato all’aula dalla vicesindaca e assessora alla Pianificazione urbanistica Barbara Bissoli, prevede un’ampia modifica viaria necessaria per dare risposta alle problematiche funzionali del casello dell’autostrada, al suo collegamento con la tangenziale Sud e alla necessità di riorganizzare gli assi di penetrazione dal casello verso la città. Riguarda inoltre:

  • la revisione e la riqualificazione della viabilità locale di via Morgagni e Strada della Genovesa;
  • la realizzazione dei collegamenti alla tangenziale Sud di Verona, al terminal filoviario e al parcheggio scambiatore a Sud dell’autostrada A4;
  • la realizzazione di una rotatoria al posto del semaforo tra via Vigasio e via Mezzacampagna;
  • la riqualificazione del nodo verso Vigasio.

Stop alla bretella di via Selenia

Non sarà realizzato il progetto della nuova bretella di via Selenia, che doveva svilupparsi a partire dalla “Rotatoria del Casello Sud” andando a intersecare via Apollo. La decisione è stata concordata fra Comune e A4 per evitare che il nuovo collegamento viario finisse per portare traffico anche pesante di attraversamento, in entrata e in uscita dal casello Sud, nel quartiere della Sacra Famiglia.

«La bretella rischiava di portare parecchio traffico nella frazione della Sacra Famiglia, con un collegamento che andava dalla “Rotatoria del Casello Sud”, intersecando via Apollo – spiega la vicesindaca Barbara Bissoli -. Ne abbiamo discusso con i rappresentanti e i progettisti di A4, oltre che con la Circoscrizione V e i cittadini della Sacra Famiglia nel corso di un’assemblea pubblica. Siamo riusciti quindi a inserire una variante per togliere la bretella dal progetto. Linea condivisa da A4 che ci ha rassicurato sul fatto che sarebbe stata irrilevante nel sistema viario complessivo di adduzione al casello autostradale, non sarà realizzata. Come per  tutte le altre opere che abbiamo trovato dal nostro insediamento anche in questo caso non ci sottraiamo al confronto e quando possiamo cerchiamo di migliorare. Resta il fatto che essendo un’opera delle Stato il suo iter può andare avanti nonostante le nostre scelte. Abbiamo comunque cercato di migliorare il più possibile il progetto anche in ascolto delle esigenze del territorio».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Inserimento a progetto della nuova bretella Cà Brusà

Richiesto da parte del Comune di Verona alla società A4 l’inserimento nel Secondo lotto della nuova Bretella Ca’ Brusà, che potrà beneficiare tra l’altro del risparmio di spesa dovuto alla mancata realizzazione della Bretella di via Selenia. La nuova è indispensabile per completare l’anello viabilistico di Verona Sud, a tutela del nucleo residenziale di Sacra Famiglia.

Viabilità Verona Sud

La realizzazione dell’opera è articolata in due lotti funzionali, come precisato nel PFTE sul quale la Giunta comunale ha espresso parere favorevole nel 2020.

Il Primo lotto, funzionale e autonomo, oggetto del progetto definitivo in discussione, prevede la realizzazione della nuova viabilità di contorno al casello autostradale e, dunque, il completamento di via Morgagni, un nuovo svincolo della tangenziale su via della Genovesa e ben sei rotonde.

Le opere in esame risultano finanziate nel PEF 2007 della società A4 e sono l’insieme organico di opere viabilistiche che consentono una parziale revisione della situazione viaria nel comparto di Verona Sud, funzionali ad incrementare l’accessibilità al parcheggio Genovesa a servizio del capolinea del Filovia, nonché al futuro piazzale autostradale Sud.

I costi del Primo lotto saranno di complessivi 30.200.000 euro, di cui 13.881.423 per lavori e 16.318.578 per somme a disposizione (5.900.000 per espropri).

Nel dettaglio, la progettazione definitiva sviluppa e approfondisce il progetto di fattibilità del 2020 con riferimento alla sola viabilità collegamento all’autostrada, escludendo lo sdoppiamento del casello e le opere strettamente connesse.

L’intervento rivede la viabilità esterna al casello ed è sostanzialmente riconducibile al nuovo svincolo della Genovesa sulla tangenziale, alla rete viaria perimetrale del parcheggio scambiatore di Verona Sud e alla riqualificazione di via Morgagni. Inoltre, lo svincolo sulla tangenziale permetterà un diretto accesso al parcheggio scambiatore da entrambe le carreggiate della tangenziale per mezzo di due rotatorie alla base della rampe; il prolungamento verso Sud di viale delle Nazioni completerà il collegamento della nuova rete viaria al casello. Infine, l’intervento di progetto risolve l’intersezione semaforizzata tra via Vigasio e via Mezzacampagna attraverso l’introduzione di una nuova rotatoria denominata “Vigasio Sud” come richiesto dalla Giunta comunale nel 2020.

LEGGI ANCHE: L’estate è la stagione delle zecche: informazioni e consigli utili

Il dibattito

Michele Bresaola, PD: «Sono state ascoltate le esigenze del territorio»

«È importante dare impulso alla progettazione definitiva del riassetto complessivo del casello di Verona Sud, sia per l’autostrada, che per la viabilità cittadina e della zona Sud di Verona, dopo anni di lavoro anche della Giunta precedente. Sono state ascoltate le esigenze del territorio, attraverso i quartieri e la Circoscrizione 5^, grazie alla Giunta Tommasi, in particolare la vicesindaca Bissoli e l’assessore Ferrari, per consentire di eliminare la previsione di costruzione della bretella di prolungamento di via Selenia, con uscita su via Apollo, in modo da evitare il rischio di nuovo traffico di attraversamento del quartiere Sacra Famiglia. Collegate al progetto opere stradali importanti per i quartieri, come la rotatoria tra via Mezzacampagna e via Vigasio, e la bretella verso Strada Ca’ Brusà».

Federico Sboarina, Battiti per Verona: «Mi chiedo dove sia la coerenza»

«Su tutti gli interventi che decidete di portare avanti mi chiedo dove sta la coerenza. Voi dite oggi che il lavoro portato avanti da altre amministrazioni è fantastico, quando nella realtà in passato le stesse sono state oggetto di critica da parte di componenti dell’attuale Giunta. Non è quindi comprensibile la modalità con la quale scegliete di supportare tali progettazioni».

Jessica Cugini, In Comune per Verona

«Riguardo alla revisione ordinaria del nodo di Verona Sud, ricordo la preoccupazione della cooperativa sociale la Genovesa di non poter accedere alla sede storica e il fatto che la cantierizzazione impedirà il collegamento tra le strutture residenziali, il servizio di pronta accoglienza e le unità abitative dedite alla comunità terapeutica. La Genovesa è una realtà storica importante del nostro territorio, che ogni anno prende in carico tra le 100/110 persone per cui la cooperativa è un punto di riferimento». 

LEGGI ANCHE: Incidente mortale in A4 fra Verona Est e Verona Sud