Verona: scassinano uno scooter, due 30enni arrestati

È successo ieri sera sotto il ponte Rumor nella zona di Porto San Pancrazio. Forzano uno scooter e scappano con la refurtiva: due trentenni arrestati dalla Polizia di Stato.

Polizia di Stato Verona - Furto aggravato ponte Rumor

Sono finiti in manette i due cittadini marocchini che ieri sera a Verona hanno danneggiato uno scooter, impossessandosi di tutto ciò che sono riusciti a trovare all’interno. I ladri – di 33 e 30 anni rispettivamente – sono stati intercettati dagli agenti delle Volanti che li hanno arrestati per furto aggravato in concorso, dopo aver tentato la fuga in una boscaglia.

È accaduto ieri sera, lunedì 8 luglio, intorno alle 21, quando alla Centrale Operativa della Questura veniva segnalata una lite tra un gruppo di persone, di cui una armata di coltello, sotto il Ponte Rumor, in via Ponte San Pancrazio.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Arrivati sul posto, gli agenti sono stati avvicinati da un uomo, che ha riferito loro di aver subito il furto dei suoi effetti personali dallo scooter di sua proprietà, posteggiato nelle vicinanze.

Grazie all’aiuto fornito da alcuni passanti, i poliziotti sono riusciti ad individuare i responsabili a soli pochi metri di distanza, i quali avevano tentato la fuga in una vicina boscaglia.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua

Immediatamente bloccati dagli agenti, il 33enne è stato ritrovato con le cuffiette appena prelevate dal ciclomotore, mentre il 30enne – con numerosi precedenti penali contro il patrimonio – è stato trovato in possesso di un coltellino nascosto nella tasca dei pantaloni, motivo per cui è stato denunciato per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Con non poca difficoltà per gli agenti, i due sono stati accompagnati in Questura per gli accertamenti di rito e arrestati per furto aggravato in concorso. Il 33enne è stato inoltre denunciato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Questa mattina, il giudice ha convalidato gli arresti.

LEGGI ANCHE: Zanzare: nelle farmacie veronesi il kit antilarvale a prezzo calmierato