Verona – Roma, niente ZTL allo Stadio

La decisione di rimandare la chiusura al traffico delle vie limitrofe al Bentegodi è stata assunta dall'Amministrazione comunale a causa dei lavori in corso in via Città di Nimes. La partita sarà sabato alle 20.45.

New call-to-action

I lavori in corso in via Città di Nimes, il cui impatto a livello di traffico e viabilità ricade anche sulle strade e i quartieri limitrofi, fanno rimandare l’attuazione della Ztl allo Stadio, che andrebbe a stressare ulteriormente il quartiere e le vie limitrofe.

Per la partita di sabato 26 agosto tra Hellas Verona e Roma non ci sarà quindi nessuna chiusura al traffico delle vie limitrofe allo Stadio, così come per i match successivi che si giocheranno al Bentegodi. La decisione dell’Amministrazione è di non applicare il provvedimento, già ampiamente collaudato nei mesi scorsi, fino a quando non saranno finiti i lavori di unificazione del sottopasso in via Città di Nimes, ciò per evitare episodi di congestionamento del traffico in quest’area della città.

Per garantire comunque la massima vivibilità del quartiere Stadio durante le partite, sarà potenziato il controllo da parte della Polizia locale contro la sosta selvaggia. Inoltre, per agevolare gli spostamenti dei tifosi, saranno avviate iniziative per incentivare i cittadini a raggiungere lo stadio a piedi, in bici o usando i mezzi pubblici e per lasciare l’auto nei parcheggi a disposizione.

Tommaso Ferrari
L’assessore alla Mobilità e alla Transizione Ecologica Tommaso Ferrari

«Una decisione – come spiega l’assessore alla Mobilità Tommaso Ferrari- basata sulla fragilità dell’attuale situazione viabilistica della zona che preferiamo non stressare ulteriormente. La bontà del provvedimento Ztl allo Stadio non si discute – aggiunge Ferrari-. Anzi, i dati raccolti durante la sperimentazione dei mesi scorsi ne confermano il valore e ci dicono che la maggior parte del traffico generato nel quartiere Stadio durante le partite è dato da spostamenti interni al Comune di Verona. Motivo per cui il processo per definire la strategia continua ed anzi questi mesi saranno fondamentali per definire, in accordo con la Circoscrizione, in maniera dettagliata il progetto anche dal punto di vista delle risorse e della dotazione della tecnologica per rendere operativa la Ztl allo Stadio con i varchi elettronici, sgravando la Polizia locale dal presidio che fino ad ora hanno garantito durante l’attuazione del provvedimento».

«Si cerca un modo per rendere compatibili le diverse esigenze, tifosi ma anche residenti e commercianti, cercando di risolvere le diverse problematiche con attenzione e sensibilità», ha aggiunto il presidente della Circoscrizione 3^ Riccardo Olivieri.

Riccardo Olivieri.

Il match di sabato è in programma alle 20.45. L’invito ai veronesi è sempre quello di raggiungere lo stadio usando mezzi alternativi all’auto, mentre per chi arriva da fuori città sono a disposizione i parcheggi: Park A – con accesso da via dello Sport -via Fra Giocondo. Dalla Tangenziale T4-T9, prendere la bretella A22 direzione Park A. Park B, con accesso da via dello Sport, dalla Tangenziale T4-T9, prendere la bretella A22 direzione Park B. Park C, con accesso da piazzale Atleti Azzurri d’Italia, dalla Tangenziale T4-T9, dirigersi verso Piazzale Atleti Azzurri d’Italia. Piazzale Guardini, accessibile da Via delle Coste, da dove lo stadio è facilmente raggiungibile a piedi in pochi minuti. Disponibile anche il parcheggio alla Genovesa per i tifosi in arrivo dalla zona sud della città.

La posizione di Verona Domani

Interviene duramente Paolo Rossi, consigliere comunale in quota a Verona Domani: «Avevamo subito affermato che la Ztl allo Stadio sarebbe stato un provvedimento disastroso ma nessun membro dell’amministrazione voleva ammetterlo. Ora il dubbio dei veronesi, e dei residenti in zona Stadio, è che l’amministrazione abbia utilizzato il pretesto dei lavori per il filobus per sospendere la scellerata scelta della ZTL in occasione delle partite casalinghe dell’Hellas Verona. La storia si ripete, dopo il repentino cambio di idea sulla segnaletica orizzontale all’incrocio della fiera a fine 2022 eccone un altro. Insomma questa amministrazione sembra fatta da dilettanti allo sbaraglio privi di qualsivoglia esperienza amministrativa e la dura realtà comincia a palesarsi».

Continua poi il consigliere: «I veronesi si sentono presi in giro da questo continuo cambio di idee. Il fatto ancora più grave potrebbe essere che Tommasi non avesse nemmeno tenuto a mente la data di partenza dei lavori, dimenticandosene. Ecco questa sarebbe l’ennesima conferma della superficialità che caratterizza le scelte amministrative di questa Giunta dal giorno zero».

Chiude poi con una considerazione: «Bene comunque per la sospensione, magari Palazzo Barbieri si renderà conto che per risolvere il problema della sosta selvaggia sia sufficiente aumentare i controlli».

Paolo Rossi
Paolo Rossi (Verona Domani)

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM