Verona, panchine “inclusive” o “divisive”? IL SONDAGGIO

Introdotti durante il mandato di Flavio Tosi, questa settimana l'assessore Federico Benini ha iniziato a disporre la rimozione dei braccioli "anti-bivacco", causando diverse reazioni contrastanti anche tra i cittadini.

Panchine Verona senza divisorio
Una panchina a Verona senza divisorio

La rimozione dei braccioli “anti-bivacco” a Verona fa discutere. Introdotti durante il mandato di Flavio Tosi, questa settimana l’assessore Federico Benini della giunta Tommasi ha iniziato a disporne la rimozione.

«Crediamo che l’inclusività passi anche attraverso l’arredo urbano – sono le parole dell’assessore Benini –, con le aree pubbliche dotate di strutture che oltre a garantire il ristoro favoriscono anche la socializzazione».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Pronta la replica dell’ex sindaco Flavio Tosi, oggi consigliere di minoranza a Verona e deputato per Forza Italia a Montecitorio: «Togliere i braccioli dalle panchine non è “inclusione”, non è “umanità”. Umanità è dare strutture accoglienti ai meno fortunati, non lasciare sbandati sulle strade. Ma capisco che sia molto più facile togliere i braccioli e dire: “Hai visto che buoni noi che siamo, contro quel cattivone di Tosi?”. Vero assessore Benini?».

Rispondi al sondaggio

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM