Verona, il prefetto Mulas passa ai Vigili del Fuoco

Il prefetto di Verona Salvatore Mulas lascia l’incarico e la città di Verona. Il Consiglio dei ministri lo ha nominato ieri nuovo capo del dipartimento nazionale dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della Difesa civile. Sardo, 64 anni, aveva assunto l’incarico di Verona il 25 giugno 2015 su proposta del ministro degli Interni Angelino Alfano dopo il pensionamento di Perla Stancari.

Il prefetto uscente si è distinto nei tre anni e mezzo del mandato veronese per l’efficienza con cui ha svolto il suo ufficio, tanto da ricevere lo scorso anno il premio Cangrande dalla Provincia per i meriti sul campo. Con 16 interdittive antimafia, ha evidenziato la necessità di vigilare specialmente in zone “tranquille” come Verona ma con possibilità di investimenti.

Prima di subentrare a Verona era stato incaricato come prefetto di Sassari e ancor prima era stato questore di Cagliari. Una carriera in ascesa, testimoniata dal servizio alla Sezione Antiterrorismo della DIGOS presso la Questura di Torino. Negli anni Ottanta viene trasferito a Nuoro per dirigere la DIGOS e poi la Squadra Mobile per contrastare i sequestri di persona e le faide che hanno insanguinato la Barbagia. 

Promosso per merito straordinario a Primo Dirigente della Polizia di Stato, dal 1992 Salvatore Mulas ricopre lo stesso ruolo a Palermo, per poi tornare a Torino. Nel 2001 viene promosso dirigente superiore e successivamente assume la carica di questore a Gorizia. Nel 2008, viene nominato questore di Cagliari e nel 2009 dirigente generale della Polizia di Stato.