Verona: fermato mezzo con rifiuti edili senza permessi

«Il rispetto delle regole ambientali e di sicurezza sul lavoro sono fondamentali» dice il neo-assessore alla Sicurezza Marco Padovani.

Assessore Comune di Verona Marco Padovani
L'assessore alla Sicurezza Marco Padovani.

Continua l’attività di controllo nei cantieri edili da parte della Polizia locale con il Nucleo di Polizia Amministrativa. Nei giorni scorsi in Borgo Trento è stato fermato un mezzo carico di materiale di demolizione, sprovvisto di tutta la documentazione necessaria. Allo stop degli agenti, infatti, gli operai non hanno saputo fornire né il formulario di identificazione né l’iscrizione all’Albo nazionale Gestori Ambientali.

L’autocarro, che dalle verifiche è risultato oggetto di due precedenti fermi amministrativi, è stato sottoposto a sequestro penale, già convalidato dall’autorità giudiziaria. Segnalati sia il proprietario del mezzo, un cittadino brasiliano irreperibile dal 2016, che il conducente. Quest’ultimo, infatti, non risultava né intestatario di ditta individuale e di partita Iva e neppure dipendente di alcuna azienda. La Direzione Territoriale del Lavoro è già stata informata ed è stato segnalato all’autorità giudiziaria anche il legale rappresentante della ditta affidataria del cantiere.

«Da ieri ho preso il testimone dal collega Daniele Polato, che ha garantito con grande impegno quotidiano la sicurezza dei veronesi – dice l’assessore alla Sicurezza Marco Padovani -. Lavorerò in continuità con quanto fatto finora nel presidiare i temi caldi, come microcriminalità nei quartieri e lotta allo spaccio».

«Anche il rispetto delle regole ambientali e di sicurezza sul lavoro sono fondamentali, a garanzia di tutti e soprattutto per combattere la concorrenza sleale. Senza contare l’eventuale scarico abusivo dei materiali con conseguente danno ambientale».

LEGGI ANCHE: Comune di Verona, presentati i nuovi assessori Bianchini e Bassi