Verona: esagitato danneggia il bar “Stadio” e aggredisce gli avventori

Il 28enne ieri sera ha anche opposto resistenza ai Carabinieri, che poi lo hanno arrestato. È stato trovato in possesso di un coltellino e di una dose di hashish.

Carabinieri Verona

Ieri sera, domenica 23 giugno, i Carabinieri di Verona hanno arrestato un 28enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, per aver dato in escandescenze in un bar del quartiere Stadio. È stato ritenuto responsabile di percosse, danneggiamento, resistenza a p.u. e porto di oggetto atto ad offendere.

Poco prima, l’uomo, in evidente stato di alterazione, si era presentato al bar “Stadio” di Piazzale Olimpia e aveva iniziato ad infastidire gli avventori, senza apparente motivo.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Dopo un breve alterco con i titolari del locale, lo stesso ha iniziato a danneggiare l’immobile, lanciando suppellettili e infrangendo le vetrate. Ha anche aggredito a mani nude i clienti intervenuti per fermarlo. Subito dopo, ha rivolto la sua ira contro gli equipaggi dei Carabinieri, arrivati per bloccarlo.

Dopo essere stato immobilizzato, il 28enne è stato trovato in possesso di un coltellino e di una dose di hashish, nascosti nei pantaloni.

Al termine degli accertamenti l’uomo è stato dichiarato in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Verona è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando Carabinieri di via Salvo D’Acquisto. Nella mattinata di oggi è stato condotto innanzi al Giudice del Tribunale di Verona per la celebrazione del Giudizio Direttissimo: arresto convalidato, e disposta la misura cautelare della presentazione alla Polizia Giudiziaria. Udienza rinviata a settembre 2024.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua