Verona, assemblea dei Sindaci: sostegni a Fondazione Arena e ai Comuni

Ieri, mercoledì 8 giugno, è stata approvata dal Consiglio provinciale e dall'Assemblea dei Sindaci la variazione del bilancio di previsione 2022-24. Tra le misure, un contributo straordinario di un milione di euro alla Fondazione Arena e sostegni ai Comuni per gli interventi sulla viabilità e il rinnovo del parco mezzi.

Assemblea dei sindaci Consiglio Provinciale
L'Assemblea dei sindaci di ieri, mercoledì 8 giugno 2022

Verona, assemblea dei Sindaci: un milione alla Fondazione Arena e sostegni ai Comuni

Il Consiglio Provinciale e l’Assemblea dei Sindaci hanno approvato all’unanimità ieri una variazione del bilancio di previsione 2022-24. Quest’ultima ha destinato a diversi progetti per l’anno in corso 20,9 milioni di euro di avanzo di amministrazione non vincolato.

Il contributo a Fondazione Arena

Nella manovra è stato incluso un contributo straordinario pari a un milione di euro alla Fondazione Arena per l’esercizio 2022. Un sostegno identico a quello erogato l’anno scorso dal Palazzo Scaligero per far fronte al calo dei ricavi causato dalle chiusure imposte dall’emergenza Covid-19. Alla delibera, nelle prossime settimane, seguirà il provvedimento di assegnazione che prevedrà la rendicontazione, da parte della Fondazione, delle spese sostenute tramite il contributo provinciale.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Equilibri di bilancio

La manovra decisa ieri ha verificato, inoltre, gli equilibri di bilancio alla luce, in particolare, di due variabili che incidono sulla gestione del 2022. La prima riguarda l’aumento del costo energetico per le scuole e altri edifici provinciali, pari a 1,3 milioni di euro. Quest’ultimo è stato solo in parte ammortizzato da un contributo statale di 808mila euro. La seconda variabile è rappresentata dalle minori entrate soprattutto per l’ulteriore peggioramento delle previsioni sul gettito dall’imposta provinciale di trascrizione sull’acquisto di veicoli, Ipt (-4 milioni per il 2022) e dall’imposta sull’Rc auto (-1,5 milioni), a causa dell’andamento negativo del mercato automobilistico.

Le spese del 2022

Tra le maggiori spese nel 2022, tre milioni circa per i cofinanziamenti destinati a interventi di messa in sicurezza lungo la viabilità provinciale e attuati in collaborazione con diversi Comuni scaligeri. Quest’ultimo stanziamento, nel dettaglio, sosterrà in quota parte l’aumento dei costi dei materiali edili per progetti già concordati con le amministrazioni locali. Per le medesime ragioni, parte dell’avanzo verrà destinata a coprire i maggiori costi dei progetti attuati in proprio dalla Provincia. In particolare si lavorerà sugli istituti scolastici e sulla viabilità. La variazione prevede inoltre, sempre per quest’anno, un investimento per l’analisi preliminare di due nuovi interventi sulle provinciali. Il primo è un collegamento tra la Sp 17 “della Val d’Alpone” e la 38 “Porcilana”. Il secondo, invece è un collegamento tra la Sp 55 “Viscontea” e la 28 “del Mincio”, con la costruzione di un nuovo attraversamento sul fiume Mincio.

Infine, la variazione contempla di riproporre nell’anno in corso, con una copertura finanziaria pari a 300mila euro, il bando del 2021 per l’assegnazione ai Comuni di contributi per la rottamazione di veicoli inquinanti e la sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione. Lo scorso anno i Comuni beneficiari della misura erano stati 45.

Il commento del Presidente della Provincia Manuel Scalzotto

«Con questa variazione la Provincia ha dato priorità al sostegno della comunità veronese, attraverso gli strumenti che le competono – ha ricordato il Presidente Scalzotto –. I Comuni, in particolare quelli medio piccoli, devono affrontare aumenti dei costi importanti sulle opere pubbliche, anche quelle concordate con la Provincia. Il Palazzo Scaligero interverrà, dove formalmente possibile, dando il proprio contributo. Contributo che abbiamo voluto confermare per il secondo anno anche alla Fondazione Arena. L’ente è il simbolo della città e della provincia ed è motore culturale ed economico non solo per Verona. Anche il Palazzo Scaligero deve fare i conti con un aumento significativo delle spese. Per esempio, il riscaldamento nelle scuole e per i materiali edili. Il ricorso all’avanzo di amministrazione ci permette sia di risolvere questi imprevisti, sia di continuare a finanziare i progetti strategici già programmati sul nostro territorio». 

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv