Veneto regione “Benchmark” per servizi sanitari

veneto sanità

Soddisfatta l’assessore alla Sanità della Regione Veneto, Manuela Lanzarin a seguito della decisione assunta oggi durante la Conferenza dei presidenti delle Regioni di indicare il Veneto, assieme a Emilia Romagna e Piemonte, come Regione benchmark per la qualità dell’organizzazione e dei servizi sanitari.

“Il riconoscimento di qualità arrivato dai presidenti delle Regioni italiane per la sanità veneta è motivo di orgoglio e stimolo a fare ancora meglio, anche perché si tratta di una riconferma. Come assessore del Veneto sono pronta a condividere ogni buona pratica con le altre Regioni. È mettendo assieme il meglio che daremo il meglio delle cure a tutti i cittadini. In Veneto lo stiamo facendo con il nuovo piano socio sanitario 2019-2023, che prevede una fortissima integrazione tra sanitario e sociale, affiancata anche dal nuovo piano contro le povertà ”. Questo il commento dell’assessore alla Sanità e Sociale della Regione del Veneto, Manuela Lanzarin, alla decisione, assunta oggi in sede di Conferenza dei presidenti delle Regioni e delle Province autonome, di indicare il Veneto, assieme a Emilia Romagna e Piemonte, come Regione benchmark per la qualità dell’organizzazione e dei servizi sanitari erogati.

“Il nostro sistema sanitario – aggiunge la Lanzarin – riesce a coniugare la capacità di tenuta dei conti al livello dell’assistenza erogata, con una fortissima caratteristica di integrazione tra sanità e sociale; continua a investire in tecnologie e farmaci innovativi, anche nel 2018 è stato promosso a pieni voti dal ministero della Salute per la capacità di erogazione dei livelli essenziali di assistenza. Credo siano questi gli elementi fondanti di un riconoscimento che giro idealmente a tutti i lavoratori della nostra sanità”.