Veneto, in dieci mesi 93 i morti sul lavoro. Cosa ne pensi? IL SONDAGGIO

Verona si conferma la città con il maggior numero di infortuni mortali, che a oggi sono 18.

A fine ottobre 2022, sono tre le province venete che si trovano in zona rossa: Belluno, Verona e Rovigo. Ed è Belluno la provincia veneta in cui i lavoratori rischiano di più (indice di mortalità pari a 69,9 infortuni mortali ogni 1.000.000 di lavoratori, ossia un valore più che doppio rispetto alla media regionale di 29,8 e a quella nazionale di 29,2). Seguono: Verona (44,6), Rovigo (43,1), Venezia in zona arancione (34,5) Vicenza in zona gialla (26,7); Padova (18,2) e Treviso (12,8), le uniche province ad essere in zona bianca.

Guardando i numeri assoluti, sono 93 le vittime sul lavoro rilevate da gennaio a ottobre 2022 in Veneto: 62 hanno perso la vita “in occasione di lavoro” e 31 “in itinere”, cioè nel percorso da casa alla sede di lavoro. Lo scorso anno a fine ottobre erano 89 in totale, delle quali 25 in itinere, a dimostrazione di un incremento degli infortuni mortali avvenuti nel percorso casa lavoro, ossia nella circolazione stradale.

Rispondi al sondaggio

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM