Vendono false polizze assicurative: due denunciati

Denunciate due persone che avevano truffato un 47enne vendendogli una falsa polizza assicurativa.

Foto d'archivio.

La polizia stradale di Verona ha individuato e segnalato all’autorità giudiziaria due persone per truffa aggravata e sostituzione di persona. L’indagine riguarda il fenomeno delle false polizze assicurative per automezzi. Una truffa che crea gravissimi danni a quanti ne sono vittima.

A farne le spese, questa volta, un cittadino 47enne albanese che aveva subito il sequestro del veicolo, perché risultato privo di copertura assicurativa. L’uomo ha quindi sporto denuncia spiegando come fosse caduto in inganno trovando in internet una falsa compagnia assicurativa che, a prezzi concorrenziali, offriva polizze rca. Come spesso accade in questi casi, l’uomo aveva avuto contatti solo per e-mail e whatsapp ed il pagamento era avvenuto tramite ricariche post pay.

Le indagini hanno comunque consentito agli uomini della Polizia Stradale, di risalire agli autori (un 21enne di Castel Volturno ed un 44enne di Capua) che hanno diversi precedenti specifici. La Polizia Stradale ricorda come, soprattutto in caso di incidente, le conseguenze in caso di non regolare copertura assicurativa, rischiano di essere gravissime sul fronte dei risarcimenti civilistici.

Per evitare di cadere vittima di questi raggiri il comandante della Polstrada scaligera, Girolamo Lacquaniti, sottolinea la necessità di verificare la regolarità delle società di assicurazione tramite il sito dell’IVAS e la regolare copertura assicurativa sul sito dell’automobilista. Diffidare inoltre se i pagamenti avvengono attraverso forme difficilmente tracciabili come carte prepagate o trasferimento di denaro come Wester Union ed i contatti avvengono esclusivamente via mail, cellulare o istant messaging.