Vaccino Covid, Bisoffi: «Dovremmo rivedere le linee guida del Ministero»

Oggi a Buongiorno Verona Live, la trasmissione di Radio Adige Tv 640 è stato intervistato il professor Zeno Bisoffi, direttore del Dipartimento di Malattie Infettive e Tropicali e Microbiologia dell'ospedale di Negrar, ha spiegato il nuovo studio sui vaccini contro il Covid.

Un recente studio dall’ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar dimostra che l’efficacia del vaccino è maggiore quanto più è il tempo trascorso dall’infezione. La risposta immunitaria, in coloro che hanno contratto il virus, dopo una singola dose è superiore rispetto a quella di chi, anche dopo la seconda dose, non ha mai avuto il Covid. Di questa inedita scoperta, ne ha parlato oggi il professor Zeno Bisoffi, a Buongiorno Verona Live, la trasmissione di Radio Adige Tv 640.

«È stato elaborato uno studio, partendo dai numerosi collaboratori del nostro ospedale. – ha affermato Bisoffi – In seguito, sono stati sottoposti al prelievo di anticorpi prima delle due dosi di vaccino e anche dopo tre settimane. Infatti, abbiamo appurato che chi aveva avuto l’infezione e si era vaccinato dopo 10 mesi, la risposta anticorpale è stata molto più forte, rispetto a chi si era vaccinato pochi mesi dopo l’infezione Covid. Dovremmo rivedere le linee guida del Ministero, il quale per ora afferma che coloro che ricevono la prima dose, dopo 6 mesi dal contagio dovranno farene la una seconda. Secondo noi non è così».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Una volta scoperti questi risultati, l’ospedale di Negrar si sta muovendo per rendere noto a livello nazionale questo studio. Momentaneamente, si è in attesa che la scoperta venga formalmente pubblicato per poi condividere i dati.

Errata corrige: diversamente da quanto indicato nel video, il professor Bisoffi è direttore del Dipartimento di Malattie Infettive e Tropicali e Microbiologia dell’ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar.

Cosa possiamo dire della variante delta

«I dati nazionali sono quelli che conosciamo tutti. Dovremmo stare attenti e tracciarli i casi e sequenziare il genoma di più pazienti possibili. – ha dichiarato il prof. Zeno Bisoffi – Non aiuta sicuramente, che gli inglesi si incaponiscano per mantenere la finale Welling, occasione per aumentare i contagi. Questa forma mutata, della variante delta, ha una grande capacità di trasmettersi e quindi è prevedibile che in breve tempo raggiunga anche l’Italia. Si combatte vaccinandosi e chiunque di noi abbia ricevuto entrambe le dosi di qualsiasi vaccino sarà protetto anche dalla variante inglese. Non c’è da allarmarsi ma spingere i giovani a iscriversi alla vaccinazione, che rappresentano un’arma potentissima».

Togliere le mascherine all’aperto è stata una scelta saggia?

«La regola è che bisogna sempre girare con la mascherina in modo tale che, qualora si verificasse un assembramento di persone, anche all’aperto, la mascherina va indossata e tenuta a portata di mano. – spiega Bisoffi – Se vengono seguite queste indicazioni il rischio di infettarsi è praticamente nullo».

L’aspetto innovativo dell’ospedale di Negrar

«L’ospedale di Negrar è molto attivo sul fronte della ricerca» conclude Bisoffi. «Infatti, periodicamente vediamo delle nuove scoperte, in questo caso nel settore Covid, ma l’ospedale di Negrar risulta sempre essere tra le prime file con la capacità di trovare delle risposte a domande difficili».

«Mantenendo la modestia che ci deve caratterizzare, da tre anni siamo diventati istituito di ricovero e cura di carattere scientifico per le malattia infettive tropicali. C’è una ricerca continua nei vari settori dell’ospedale, grazie anche il riconoscimento pervenuto dal Ministero. Tutto ciò ci spinge a fare una ricerca che deve aiutare a trovare soluzione concrete per i nostri pazienti».

radio adige tv

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈