Vaccini, Confagricoltura mette a disposizione le proprie sedi

Confagricoltura metterà a disposizione le propri sedi associative in tutta la regione per garantire in tempi rapidi la vaccinazione dei dipendenti e degli associati.

vaccino coronavirus vaccini

Confagricoltura metterà a disposizione le proprie sedi associative provinciali e regionali per garantire in tempi rapidi la vaccinazione dei dipendenti, delle proprie famiglie e degli associati. Nell’incontro in videoconferenza che si è svolto stamattina tra le associazioni di categoria e il governatore Luca Zaia e l’assessore regionale alla Sanità e Servizi sociali Manuela Lanzarin, alla presenza di altri assessori e dirigenti regionali, è stato presentato infatti il protocollo per la campagna di vaccinazione anti Covid 19 con lo scopo di coinvolgere le attività economiche e produttive nella campagna vaccinale.

«Nell’incontro di oggi abbiamo appreso che sarà possibile vaccinare nei luoghi di lavoro, con la presenza di personale sanitario, dipendenti e associati – sottolinea Lodovico Giustiniani, presidente di Confagricoltura Veneto -. Altre regioni, come la Lombardia, stanno già partendo e anche noi siamo fiduciosi che questo protocollo possa essere una risposta operativa efficace per contribuire alla riuscita della campagna vaccinale in Veneto. Perciò metteremo a disposizione i nostri uffici in tutta la regione e sensibilizzeremo le nostre aziende più strutturate sull’opportunità di offrire i propri spazi alla vaccinazione dei dipendenti. Da parte nostra lavoreremo con la cabina di regia per riempire il protocollo dei contenuti necessari e delle modalità attuative per affrontare la campagna, con l’auspicio che le dosi di vaccino arrivino in tempi rapidi e in numero elevato. Solo così potremo contenere l’espansione del contagio e sperare in un ritorno alla normalità».