Usura a San Bonifacio, Confcommercio: «Fenomeno diffuso»

Sul caso di usura a San Bonifacio svelato dai Carabinieri interviene Confcommercio Verona: «Fenomeno subdolo, che oggi come non mai prolifera anche nella nostra provincia» dice Paolo Arena.

paolo arena-confcommercio-verona-4
Il presidente di Confcommercio Verona, Paolo Arena

Confcommercio Verona evidenza il pericolo dell’usura, dopo l’episodio scoperto a San Bonifacio

È di ieri la notizia dei tre arresti a San Bonifacio per usura. Particolarmente sgradevoli le modalità, aggravate da minacce e addirittura richieste di prestazioni sessuali alle debitrici donne. Sul tema interviene Confcommercio Verona, che evidenzia come il fenomeno sia purtroppo più diffuso di quanto si pensi.

«La drammatica situazione portata alla luce dall’operazione del nucleo operativo dei carabinieri di San Bonifacio nei confronti di tre persone accusate di usura deve far riflettere sui contorni di un fenomeno subdolo, strisciante, diffuso, che oggi come non mai prolifera anche nella nostra provincia, soprattutto ai danni delle micro e piccole imprese del terziario di mercato». È questo il commento di Paolo Arena, presidente di Confcommercio Verona, all’inchiesta in atto nel comune sambonifacese, dove la vittima, ormai completamente soggiogata, stava addirittura valutando di vendere un rene.

LEGGI ANCHE: Medici introvabili: ULSS 9 scaligera in difficoltà

«Proprio come nella trama di un film – aggiunge Arena – a causa dell’usura si verificano situazioni al limite dell’impensabile, ma purtroppo diffuse, più di quanto si possa pensare. Nel ringraziare i carabinieri e tutte le forze dell’ordine per l’attenzione posta al fenomeno, ribadiamo che Confcommercio Verona, oggi come ieri, è a disposizione per fare da tramite e aiutare gli imprenditori che abbiano bisogno di supporto nel rispetto dell’anonimato».

LEGGI ANCHE: Montorio: trovato un corpo senza vita e un cane poco lontano

Il direttore di Confcommercio Verona e della cooperativa di garanzia Cofinditer Nicola Dal Dosso.
Il direttore di Confcommercio Verona e della cooperativa di garanzia Cofinditer Nicola Dal Dosso.

Sui temi della sicurezza e della legalità Confcommercio dialoga e interagisce con le istituzioni, il Governo e il Parlamento, le forze dell’Ordine, Associazioni, Enti pubblici e privati, imprese, Organizzazioni e Movimenti impegnati nella lotta alla criminalità, in tutte le sue forme, a livello nazionale e locale. Monitora i fenomeni, raccoglie le esigenze del sistema e individua soluzioni, rappresentando le istanze degli associati anche in ambito legislativo.

«In termini finanziari, Confiditer, la cooperativa di garanzia di Confcommercio Verona, è un punto di riferimento per garantire alle aziende finanziamenti alle migliori condizioni sul mercato e per questo diamo sempre più attenzione e importanza alla sua azione», fa presente il direttore generale di Confcommercio Verona Nicola Dal Dosso. «Il ricorso a Confiditer è un modo anche per prevenire  possibili fenomeni criminosi».

LEGGI ANCHE: I controlli della velocità a Verona dal 15 al 21 agosto

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv