Uomo trovato morto nel cantiere, si fa strada l’ipotesi suicidio

Le indagini sono andate avanti tutto il giorno e sembra ormai farsi strada l’ipotesi di suicidio. Questa mattina a trovare il cadavere di un uomo con la testa a terra in una pozza di sangue chi verso le 7.30 stava per iniziare il turno di lavoro lì, nel cantiere di un condominio di San Martino Buon Albergo in via Walter Bonatti.

Dopo il macabro ritrovamento immediato l’allarme. Nella tasca dell’uomo è stato recuperato il portafoglio e il cellulare che hanno permesso di risalire alla sua identità. Si tratta di un italiano sulla quarantina, originario del perugino che lavorava nel veronese ma che non era impiegato nel cantiere dove ha trovato la morte, ma sembra abitasse nelle vicinanze. Una caduta dall’impalcatura, l’ipotesi sfiorata da tutti. Le Indagini del Comando Compagnia Carabinieri di Verona e i rilievi svolti da personale specializzato della Scientifica sembrano convergere, con buone probabilità, sulla pista del gesto estremo.

 

Guarda il servizio di Tg Verona Network: 

 

 

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.